La prima volta in fiera

by

Ogni azienda prima o poi deve organizzare il proprio stand da fiera, per promuovere i propri servizi o i propri prodotti. E la prima volta è sempre la più difficile: da dove cominciare, cosa assolutamente non deve mancare, come accogliere i visitatori?
In realtà anche molte grandi aziende che partecipano alle fiere da anni trascurano molti dettagli importantissimi: si preoccupano di far costruire costose scenografie e poi magari si dimenticano o trascurano il pieghevole informativo o non hanno biglietti da visita.

Vediamo quali sono i must perché uno stand da fiera funzioni veramente.

Fonte https://www.act-events.it/portfolio_page/stand-gruppo-bucci-s-p-a-alla-manifestazione-mcspe/

1) Visibilità

È la cosa più importante: lo stand deve essere visibile. Chi acquista stand molto grandi elabora spesso stand architettonicamente complessi e riesce ad emergere. Gli altri, allineati nelle file, devono faticare un po’ di più per avere visibilità.
È importante quindi lavorare con bandiere, roll-up, striscioni e altri formati grandi, pieghevoli e trasportabili.
Ma questo lo sanno già tutti, e tutti già gli usano.

Su Pixartprinting puoi trovare un’ampia scelta di questo tipo di prodotti.

Oppure puoi provare a colpire l’attenzione del pubblico con prodotti più moderni e fino a qualche anno disponibili solo per chi aveva grandi budget a disposizione, come i frame retroilluminati.

2) Cambiare punto di vista

Lo stand in fiera non ha soffitto e tutti pensano soltanto ad arredare e arricchire la parete verticale, come si trattasse di uno scenario. In pochi pensano ad utilizzare la parte calpestabile, cioè i pavimenti, se non per tracciare dei percorsi o indicare direzioni. Non c’è limite alla fantasia.  Per farlo è necessario utilizzare degli adesivi, in genere di PVC e usare la fantasia. 

Fonte: https://momadesignstudio.org/Tim-Burton

3) Sapersi presentare

Le persone sono in fiera per conoscere e farsi conoscere, per incontrare altre persone e scoprire nuove opportunità. Per questo tutti devono avere necessariamente un proprio biglietto da visita! Mai dimenticarselo. E soprattutto progettarne uno che non solo colpisca e sia memorabile, ma che abbia spazio per poterci scrivere degli appunti istantanei.
Sul nostro blog puoi trovare come realizzarne uno o idee e ispirazioni per crearne.  

Ricordati che è importante non soltanto la grafica ma anche la carta e il formato. Non soltanto: su Pixartprinting puoi trovare anche delle cartoline con finiture speciali (3D, laminate oro o argento) che possono rendere un piccolo e umile prodotto di comunicazione in un prodotto memorabile. E quale modo migliore per presentarsi e scambiarsi il biglietto se non sedendosi tranquillamente?

Su Pixartprinting puoi anche trovare delle fantastiche sedute personalizzabili con il tuo brand per rendere più accogliente (e colorato) il tuo stand.

Fonte https://www.ntz.de/nachrichten/wirtschaft/artikel/putzmeister-auf-der-bauma-in-muenchen/

4. Saper Raccontare

Una volta che il nostro stand ha attirato l’attenzione e ci siamo presentati, abbiamo bisogno di saper raccontare i nostri prodotti e i nostri servizi. Per aiutarci abbiamo bisogno di una brochure e di un depliant pieghevole da poter consegnare nelle mani del visitatore. Sul nostro blog puoi trovare dei consigli su come progettare un buon depliant.

Per avere sempre disponibile e in ordine il materiale, il consiglio è di usare dei semplici espositori da banco personalizzati che possano contenere brochure, depliant, volantini e altro materiale promozionale.
Su Pixartprinting ne trovi un’ampia scelta in cartone, personalizzabili oppure i più classici portadepliant in plexiglass, eleganti, solidi e non invadenti.

Fonte: pinterest

5. Regalare

Molte persone si aspettano di trovare dei gadget in fiera, di poter raccogliere non solo materiale informativo ma anche qualcosa di divertente. Ad esempio sbizzarisciti con le borse in carta che i visitatori useranno per raccogliere il materiale promozionale, regala cartoline ispiranti, divertenti, creative, fai giocare con gli sticker, scegli un gadget personalizzato, utile per l’ufficio o per il tempo libero: insomma cerca in ogni modo di coinvolgere e di lasciare qualcosa in più del solito materiale informativo e promozionale al visitatore. 

Fallo felice e dagli la possibilità di portare un regalo anche a casa, al ritorno dai giorni sfiancanti della fiera, lontani dalla famiglia.

6. Osare

Ultima regola, prova ad osare e rompere gli schemi. Spesso potrebbe bastarti una sola buona idea per essere ricordato.  Queste immagini sono un murale realizzato dall’artista Brian Rea per uno show-room di Herman Miller a Milano. Parete nera, gesso, disegno e scritte a mano: spesso con l’estrema semplicità si possono raggiungere risultati di grande innovazione. 

CONCLUSIONI

Organizzare una presenza in fiera non è mai una passeggiata, ma la cosa importante è non dimenticarsi dei dettagli e che si è lì per tessere relazioni. Questo significa che è davvero importante curare i materiali piccoli come quelli grandi.
È inutile avere uno stand progettato da una archistar se poi il visitatore in quello stesso stand trova soltanto del brutto materiale promozionale stampato su carta economica.

I visitatori, i potenziali clienti, tutte le persone interessate devono poter tornare a casa o in ufficio con del materiale che sappia parlare di voi e possa permetterli di ricontattarvi dopo la fiera.
In fondo è un po’ come preparare la valigia: la cosa che si scorda è sempre lo spazzolino da denti…

You may also like