L’estate e l’amore dei grandi illustratori italiani

by

Stavamo rileggendo l’articolo dedicato ai grandi illustratori contemporanei e, saltellando qua e là tra profili social, articoli e cataloghi d’arte, ci siamo ritrovati a trascorrere un po’ di tempo in compagnia di altri grandi illustratori. Vi parliamo di loro in questo articolo.

Per non inondarvi di immagini – ne abbiamo sfogliate davvero tante! – ci siamo dati un tema. Anzi, a dire il vero, ce ne siamo dati tre: estate, amore, vacanze. Tuffatevi in queste immagini.

I colori brillanti di Lorenzo Mattotti

Non serve essere fini conoscitori del mondo dell’arte, dell’illustrazione o del fumetto per conoscere il lavoro di Lorenzo Mattotti. È uno dei più grandi illustratori italiani, uno dei primi a essere stimati e apprezzati anche all’estero. Negli anni Settanta esordisce come autore di fumetti e negli anni Ottanta fonda, insieme ad altri illustratori, il gruppo Valvoline. Il suo stile è immediatamente riconoscibile, grazie anche al suo affezionato pastello a olio che usa su carta granulosa. Il pastello a olio regala colori brillanti; la carta granulosa esalta la qualità materica del colore. Questi due aspetti assicurano alle immagini una resa cromatica d’impatto anche sulle riviste.

Questa è l’illustrazione che compariva sulla copertina del The New Yorker nel 2006. L’immagine conserva la memoria dei viaggi dell’artista in Argentina. Qui vediamo un uomo e una donna in un parco con piante dalle forme e dai colori esotici, quelle che si possono ammirare nei Giardini di Buenos Aires.

IMMAGINE MATTOTTI crediti a https://www.pinterest.it/pin/569846159082320236/

Qui vedete invece un soggetto che Mattotti ha ripetuto in numerose illustrazioni: corpi nudi immersi nell’acqua. Le forme sono morbide e sinuose; i colori brillanti e decisi.

View this post on Instagram

Nell'acqua.Acrilico su tela

A post shared by Lorenzo Mattotti (@lorenzomattotti) on

View this post on Instagram

#lorenzomattotti #insomnie_éternelle

A post shared by HAPPY HEE | HeeJeong Choi (@_happy_hee_) on

Nell’estate del 2010, The New Yorker gli commissiona una copertina sulla Toscana. Ne esce questa illustrazione che ritrae un tipico viale alberato toscano, orlato dai pini marittimi. Sulla strada sfreccia una decapottabile rossa con a bordo una coppia, probabilmente due turisti che si godono la loro vacanza in Italia.

IMMAGINE MATTOTTI crediti a https://www.pinterest.it/pin/558727897491115191/

Beppe Giacobbe e l’illustrazione concettuale

Beppe Giacobbe è un maestro pluripremiato, uno dei capostipiti dell’illustrazione concettuale. Le sue opere hanno fatto il giro del mondo. In Italia sono state pubblicate da RCS, Corriere della Sera, Einaudi, Mondadori, Orecchio Acerbo, Lazy Dog Press, Chiarelettere, Laterza. In Francia da Nathan, Édition du Rouergue, Bayard Editions, Courrier International, Éditions du Seuil. In USA da Simon & Schuster, HarperCollins, Los Angeles Review of Books, Washington Post, Wall Street Journal. In Gran Bretagna da Phaidon, CNN. E non le abbiamo neanche citate tutte.

Vi invitiamo a sfogliare le sue illustrazioni, le trovate nel suo sito o nel profilo Instagram. Tra queste, ve ne mostriamo una realizzata nel 2016 per CNN, in occasione di uno speciale sulla storia del made in Italy. Nell’immagine vedete una vespa rossa che, solitaria, attraversa una grande spiaggia. Sopra la vespa c’è una coppia abbracciata, lei è seduta come si usava fare negli anni Cinquanta, i capelli al vento e il sole in fronte. Una scena tipicamente italiana che ci riporta indietro nel tempo.

View this post on Instagram

Made in Italy

A post shared by Beppe Giacobbe (@beppegiacobbe) on

Emiliano Ponzi, l’amore a distanza

Di Emiliano Ponzi vi abbiamo già parlato. Nonostante la giovane età, le sue illustrazioni hanno già viaggiato in lungo e in largo. Il suo curriculum conta collaborazioni con grandi brand (come Armani, TIM, Cartier, Ferrari), con importanti quotidiani (come Repubblica e Il Sole 24Ore), magazine e case editrici (ha illustrato le opere di Saramago e di Bukowski). Che dire del suo stile? Emiliano Ponzi, insieme a Shout e ad altri illustratori italiani, è uno dei più talentuosi rappresentati di quello stile italiano, concettuale e minimale, che ha conquistato gli Stati Uniti.

Godiamoci alcune sue immagini che raccontano l’amore. Un amore che contempla sempre una distanza – qualche volta incolmabile – tra i due amanti. Questa è l’illustrazione che ha accompagnato il racconto Say her name di Francisco Goldman comparso sul New York Times.

IMMAGINE PONZI crediti a https://www.ilpost.it/2011/11/18/emiliano-ponzi/say-her-name-the-new-york-times/

Qui, invece, la bellissima copertina del libro L’amore in nero di Lucilla Noviello per la casa editrice Zines.

IMMAGINE PONZI crediti a https://www.ilpost.it/2011/11/18/emiliano-ponzi/zines-noviello/

In The perception/misperception of words, illustrazione realizzata per Robinson, l’inserto culturale di Repubblica, l’amore è un quadro da contemplare.

Alessandro Gottardo A.K.A. Shout

Se vi piace il lavoro di Emilano Ponzi, allora scommettiamo che apprezzerete anche l’estetica di Alessandro Gottardo, più conosciuto come Shout. Il suo stile probabilmente vi apparirà familiare, poiché Shout collabora con diversi magazine e inserti, come Internazionale e Il Venerdì di Repubblica. Shout, così come Ponzi, lavora attraverso un processo di sottrazione, le sue immagini sono sintetiche e sembrano trasferirci una sensazione di serenità, calma e silenzio. Quella calma e quel silenzio di un pomeriggio trascorso con il proprio partner a bordo di un’assolata piscina.

SHOUT crediti a http://www.alessandrogottardo.com/Pages/Works.aspx

O in spiaggia, a scambiarsi effusioni in riva al mare.

SHOUT crediti a https://279editions.com/products/shout-alessandro-gottardo-love-together
SHOUT crediti a http://www.alessandrogottardo.com/Pages/Works.aspx

Qui, invece, i grandi amori cinematografici, che ci rendono tutti un po’ nostalgici, come quelli raccontati da Fellini ne La Dolce Vita.

SHOUT crediti a http://www.alessandrogottardo.com/Pages/Works.aspx?type=-1&subject=5&color=-1&client=-1

Non ci resta che augurarvi una buona estate.

You may also like