#PRINTSTORIES – Yohan e i colorati poster creativi a tiratura limitata

by

“I ricordi di gioventù hanno un sapore unico”.

Lo sapeva bene lo scrittore Marcel Proust, che ne tessé l’elogio con il celebre episodio delle sue Madeleine.

Ma lo sa bene anche Yohan, pubblicitario e creativo che nutre la sua fervida immaginazione attingendo dai suoi ricordi di fanciullezza. Tutti abbiamo avuto le nostre passioni giovanili: una band musicale, una serie tv, un eroe dei fumetti, una collana di libri, un personaggio dei cartoni animati o dei film, una squadra di calcio o di pallacanestro, il protagonista di un videogioco.

La gioventù ha dalla sua tanta ingenuità e inesperienza, ma regala la passione genuina e l’entusiasmo scaturiti dal piacere di tinteggiare una tela fino a prima immacolata. È un doppio piacere quindi, vederla riempirsi rapidamente di colori, immagini, figure, ma anche di emozioni, sensazioni e stimoli.

Yohan cercava l’ispirazione per produrre dei poster in edizione limitata che condensassero appieno le sue passioni eterne: cartoni animati, videogames, fumetti. Così, mentre faceva vagare la mente, ha aperto il cassetto della sua memoria che l’ha fatto precipitare nei suoi giovani ricordi.

E li ha trovati ancora lì: freschi, vividi, emozionanti come il primo giorno.

È questo il bello dei ricordi: condensano le nostre esperienze, ne catturano le impressioni e le sensazioni suscitate e ci consentono di andarli a ripescare quando viene premuto il giusto tasto o aperta la giusta finestra, in momenti imprecisati.

Grazie al ricordo dei suoi eroi di gioventù sopravvissuti al tempo, Yohan ha stampato una serie di 4 poster a tiratura limitata, da esibire nell’art gallery della Paris Games Weeks e ha incontrato un meritato successo. Il piacere di ricevere le testimonianze fotografiche dei suoi poster, incorniciati e appesi dei fortunati acquirenti, è stato grande.

Scopriamo assieme chi è Yohan e come ha realizzato questi incredibili poster, nell’attesa di poter tornare nuovamente a vivere momenti di aggregazione e di passione, senza più timori. E mentre attendiamo di vivere nuove esperienze che custodiremo nella mente e nel cuore, nutriamo il nostro spirito creativo.

Buona lettura!

Chi sei? Raccontaci di te, di cosa fai nella vita, dei tuoi sogni, aspirazioni e talenti. Un ritratto conciso ma fedele!

Ciao a tutti! Mi chiamo Yohan Quintar aka Lighton, un artista francese di Parigi. Mi racconto in breve: ho iniziato a lavorare nella pubblicità a 16 anni come apprendista grafico e da allora continuo a lavorare sul mio stile per esprimermi al meglio, ora trascorro la maggior parte del mio tempo dedicandomi a direzione artistica, illustrazione e pittura come freelance. Le mie aspirazioni traggono molto spunto dalla Pop art e dalla cultura HipHop. Durante la mia adolescenza mi sono innamorato delle opere di Warhol e Lichtenstein ma ho anche scoperto artisti come 123Klan, Grems, Meka… ho mescolato tutti questi riferimenti e ho cercato di trovare la mia strada!

Prima di raccontarci come è nata la tua idea, puoi spiegare ai nostri lettori cosa hai creato utilizzando i nostri servizi di stampa?

Nel novembre 2019, ArYtude mi ha invitato a far parte della Paris Games Week Art Gallery (Paris Games Week è il più grande evento nel settore dei videogiochi in Francia), ovviamente ne sono stato onorato e ho accettato. Per l’occasione ho dovuto portare alcuni lavori esclusivi da mettere in mostra e vendere, quindi ho deciso di creare stampe in edizione limitata con i vostri servizi di stampa.

Torniamo al momento in cui tutto è iniziato. Quando ti è venuta l’idea di questo design? È stato un caso? Raccontaci un po’ di come hai ideato il concept.

La Paris Games Week è un grande ed importante evento per giocatori e appassionati del settore e il mio obiettivo era offrire loro qualcosa di esclusivo, firmato a mano su carta di qualità. Quindi ho immaginato una piccola collezione di 4 stampe in edizione limitata. Ho iniziato a pensare al legame esistente tra me e i videogiochi, cosa che mi ha portato a ricordare tanti episodi della mia infanzia. Ma non potevo pensare solo ai videogiochi: la mia infanzia è stata per lo più un grande mix di tantissime cose collegate tra loro (giochi, cartoni animati, giocattoli…) che rappresentano la mia definizione di cultura pop. Quindi ho avvertito la necessità di dover lavorare su qualcosa di più ampio rispetto al solo tema dei videogiochi e ho iniziato a lavorare su una serie chiamata “Pop culture is ours” (La cultura pop è nostra).

Una volta trovata l’idea giusta, hai dovuto fissare un obiettivo. Cosa volevi conseguire con la tua idea?

Per prima cosa, ho pensato ai miei quattro riferimenti di bambino più grandicello. È stato abbastanza immediato farlo: Pokemon, Akira, Spiderman e Batman. Con questi personaggi iconici volevo creare la collezione perfetta e far rivivere a tutti i propri ricordi d’infanzia.

Una volta chiariti l’idea del design e l’obiettivo che volevi ottenere, non dovevi fare altro che realizzarlo! Come hai proceduto? Quali e quante sono state le fasi di progettazione? Parlaci del processo che ha dato vita alla tua idea rendendola pronta per la stampa.

Per questa collezione ho lavorato principalmente su Adobe Photoshop, perché ci sono molti tipi di pennelli e texture disponibili. Da pochi mesi mi piace lavorare i miei progetti come se fossero dei vecchi manifesti pubblicitari che puoi trovare anche in metropolitana con più strati di carta strappata: è un ottimo modo per aggiungere molti piccoli messaggi o riferimenti e creare qualcosa che sembra fuori dal tempo. Per quanto riguarda il processo, ho lavorato sul mio tablet con schermo Wacom (Cintiq), inizio lavorando sulla visuale principale (ad esempio il grande pikachu) e dopo che ho alcune parti di carta strappata cerco di trovare un buon equilibrio tra proporzioni e colori.

E arriviamo alla stampa! Come hai utilizzato il servizio di stampa on demand per produrre il tuo design? Quali materiali hai scelto? E perché hai scelto questi materiali e questa tecnica di stampa?

All’inizio mi piace lavorare in RVB, quindi ho tradotto i miei colori in CMYK, ho preparato i miei file di stampa e ho scelto una carta skin arancione per la stampa. Adoro questa texture!

Ora è il momento di sfruttare al meglio i prodotti che hai creato. Nel tuo caso, l’obiettivo era quello di produrre un poster in edizione limitata creativo e davvero accattivante. Come ti sei sentito ad avere le copie stampate nelle tue mani?

Ero così entusiasta di aprire la confezione delle stampe! Il risultato è stato esattamente quello che volevo e la gente l’ha adorato all’evento, quello di Pikachu è andato esaurito in due giorni! Ho ricevuto molte foto da persone che l’hanno incorniciato e appeso a casa loro: questa è una meravigliosa sensazione che voglio provare per tutta la vita!

Ed è solo l’inizio! Quali altri progetti hai in serbo per il futuro? Puoi condividerli con noi?

Quest’anno sarà un anno importante per me, sto lavorando su molte tele e sculture e spero di poter partecipare di nuovo con una mostra alla fiera d’arte moderna che si tiene ogni anno a Miami. Significherebbe davvero molto per me.

You may also like