WordPress e-commerce: da dove iniziare?

by

Vendere online è possibile con tecnologie diverse. Ci sono marketplace come Amazon e eBay, piattaforme per l’e-commerce come Shopify, Magento e PrestaShop e i WordPress e-commerce: siti web con tutte le funzionalità di un negozio online.

Oggi vi parliamo di quest’ultima soluzione: costruire un sito web in WordPress con una sezione e-commerce. Quando conviene questa soluzione? Cosa serve per realizzarla?

WordPress e-commerce: una guida
Il flusso di traffico verso un sito WordPress e-commerce, osservato su un laptop

Ecco la nostra guida completa: hosting, theme, plugin, ottimizzazione, marketing e risorse per vendere online con il proprio sito e-commerce in WordPress, e farlo in modo efficace!

WordPress e-commerce: le basi. Cos’è, vantaggi e svantaggi.

Ci sono alcuni vantaggi nel realizzare un WordPress e-commerce. Rispetto ai marketplace come Amazon o eBay – che inseriscono i prodotti del venditore sotto un unico brand, il proprio – avere un proprio sito web con e-commerce permette di mettere in risalto il proprio brand, valorizzarlo e svilupparlo con contenuti extra come un blog ad esempio o pagine dedicate ai testimonial o alla storia dell’azienda.

I WordPress e-commerce sono totalmente personalizzabili, a seconda delle esigenze del brand, dei clienti o della strategia di marketing. Non ci sono regole precise a cui sottostare e il negozio online sarà totalmente in mano vostra. Infine, se avete un sito web in WordPress già ben avviato e ben indicizzato, aggiungere una sezione per vendere online è semplicemente conveniente.

WordPress e-commerce: una guida
Il flusso di traffico verso un sito WordPress e-commerce, osservato su un laptop

A fronte di questi vantaggi, i WordPress e-commerce richiedono molte risorse: costruire un sito web da zero – e farlo bene – è cosa che richiede professionalità. Sono strumenti da tenere sempre aggiornati e in sicurezza. WordPress è il CMS (ovvero il sistema di gestione contenuti web) più utilizzato al mondo, proprio per questo è anche tra i più bersagliati dagli attacchi informatici e quindi, statisticamente, più vulnerabile. Inoltre, in un primo tempo, sarà più difficile acquisire un grande traffico senza campagne di marketing efficaci.

Punti di forza dei WordPress e-commerce:

  • Mettono in risalto il brand
  • Completamente personalizzabili
  • Utili se si ha già un sito WordPress
  • Controllo totale sul negozio online

Svantaggi dei WordPress e-commerce:

  • Richiedono molte risorse
  • Da tenere costantemente aggiornati
  • Crescita iniziale più lenta senza campagne di marketing

Avete valutato che per il vostro brand i vantaggi dei WordPress e-commerce superano gli svantaggi? Bene, scopriamo come realizzare questi negozi online e chi vi può aiutare.

Chi può aiutarti a costruire e gestire un e-commerce su WordPress

Mettiamolo subito in chiaro: costruire e gestire un WordPress e-commerce non è affatto semplice. Servono competenze specifiche, dalla programmazione al marketing.

Per realizzare un WordPress e-commerce efficace, il nostro consiglio è questo: affidatevi a dei professionisti. Un’agenzia di web marketing può fornire un pacchetto completo di competenze e potrà sviluppare il negozio online in accordo con le vostre esigenze. In alternativa possono risultare utili singole figure professionali.

Nello specifico per realizzare WordPress e-commerce vi serviranno:

  • Web designer. Realizza l’accattivante veste grafica del sito, ma non solo. Ottimizza l’esperienza dell’utente così che acquistare sul vostro WordPress e-commerce sia semplice e piacevole.
  • Sviluppatore WordPress. Gestisce tecnicamente la creazione del sito in accordo con il progetto del web designer.
  • Esperti di comunicazione. Realizzano i testi per posizionare il sito sui motori di ricerca, sviluppano il brand e gestiscono la creazione di campagne di marketing.

In mancanza di risorse, nessuno vieta di “far tutto da soli”, anche se forse dovreste valutare piattaforme e-commerce più immediate come Shopify, Magento o PrestaShop. Se vi affidate a professionisti esterni è comunque fondamentale sapere come funzionano i WordPress e-commerce e cosa serve per costruirli. Solo così potrete avviare un progetto solido ed efficace!

Cosa serve per aprire un e-commerce su WordPress

Ecco quello che vi serve per aprire un WordPress e-commerce:

  • Un hosting: concretamente, lo spazio sul server dove sarà salvato il vostro sito e l’infrastruttura che garantisce sia on line e disponibile al pubblico.
  • Un dominio: l’indirizzo unico che consentirà di accedere al sito web. In pratica: via e numero civico del vostro negozio.
  • Certificato SSL: un certificato digitale usato per garantire agli utenti transazioni sicure.

Solitamente questi tre servizi vengono offerti da un unico fornitore.

WordPress e-commerce: la lista di cosa serve
Un elenco puntato e un laptop, basta così poco per un WordPress e-commerce?

Avere una buona infrastruttura a livello di server è davvero importante per il vostro WordPress e-commerce: ne garantisce la stabilità, evita interruzioni di servizio e permette di gestire traffico elevato. Il nostro consiglio? Informatevi bene e scegliete fornitori con una buona assistenza.

Ora mancano gli ultimi 2 elementi nella lista:

  • Un theme (o tema) di WordPress: il template grafico su cui sarà costruito il WordPress e-commerce.
  • Un plugin per l’e-commerce. Ovvero l’integrazione che permette al sito WordPress di gestire un negozio online.

Quali temi conviene usare per un e-commerce su WordPress?

Il theme (in italiano tema) di un sito in WordPress è un template creato da sviluppatori esterni. Una serie di “regole” che determinano come il vostro sito WordPress apparirà.

Ci sono temi estremamente personalizzabili che determinano solo il layout del sito, altri sono più stringenti e decidono anche i colori. Alcuni theme sono gratuiti, i più professionali e dotati di supporto sono a pagamento.

I theme sono spesso utilizzati dagli sviluppatori come punto di partenza per sviluppare un sito in WordPress. Così per i WordPress e-commerce sarà importante (e molto comodo) scegliere dei theme già predisposti all’e-commerce.

WordPress e-commerce: quale theme scegliere?
Un catalogo di theme per WordPress e-commerce

Cercate nei cataloghi di theme WordPress – Themeforest è uno dei più conosciuti, ma ci sono molte alternative –  e filtrate la ricerca per visualizzare solo i temi WordPress ottimizzati per e-commerce. Come abbiamo fatto qui.

Quando scegliete il theme considerate anche l’esperienza che offre sui dispositivi mobili: è estremamente importante. I dati ci dicono che lo shopping dallo smartphone sta crescendo. Scegliete temi responsive e valutate se volete offrire un’esperienza privilegiata a chi visita il negozio da mobile (mobile first).

Quali plugin conviene usare per un WordPress e-commerce?

In realtà quando si parla di un plugin per un e-commerce su WordPress… c’è poco da scegliere. Uno dei più conosciuti, affidabili e utilizzabili – tanto da mettere a dura prova la concorrenza – è WooCommerce. A supportare la scelta c’è un dettaglio non trascurabile: nel 2015 WooCommerce è stato acquistato dalla stessa società dietro a WordPress.

Ma cos’è un plugin? È un’integrazione di WordPress che ti permette di aggiungere delle funzionalità al tuo sito, come ad esempio, un’intera sezione dedicata all’e-commerce! WooCommerce fa proprio questo. È semplice da usare, potente e versatile: infatti è totalmente personalizzabile sia dall’utente medio (grazie alle estensioni) sia da programmatori esperti.

Il plugin permette di creare le inserzioni degli articoli da vendere, gestirne la grafica e le caratteristiche, vendere diverse tipologie di prodotti (da oggetti reali ad abbonamenti e file digitali). Serve per controllare le opzioni per il metodo di pagamento, il tipo di spedizione, inventario, monitoraggio e reportistica, fondamentale per capire come si sta sviluppando il vostro negozio online.

Di base WooCommerce è gratuito, ma molte delle estensioni sono a pagamento. Vista l’importanza della personalizzazione, quindi è bene prevedere del budget.

Ottimizzare il WordPress e-commerce: contenuti SEO e marketing

A differenza dei marketplace come Amazon e eBay, dove i vostri prodotti sono subito inseriti in piattaforme con milioni di utenti, i siti WordPress e-commerce hanno bisogno di essere aiutati a crescere: bisogna lavorare per indirizzare traffico verso il sito, fidelizzare i clienti che arrivano e invogliarli all’acquisto. Ci sono molte strade per raggiungere questi obiettivi. Vediamone alcune.

I contenuti ottimizzati (SEO) intercettano le ricerche degli utenti nei motori di ricerca portando traffico verso il vostro negozio online. Al tempo stesso richiamano l’attenzione del cliente, lo guidano all’acquisto e raccontano i valori del brand. Con il supporto di un copywriter potete ideare contenuti aggiuntivi per un blog aziendale, ottimizzare i testi sito e le schede prodotto: sono tutte azioni che migliorano l’efficacia del vostro WordPress e-commerce.

WordPress e-commerce: contenuti SEO
L’app di Google, il motore di ricerca per trovare WordPress e-commerce

Campagne marketing online e offline aiutano il pubblico a conoscere il vostro nuovo negozio virtuale. Esperti di comunicazione vi possono aiutare a intercettare i vostri clienti: gestendo profili sui principali social ben curati e impostando campagne a pagamento sui motori di ricerca (Google Ads), su Facebook, Instagram e gli altri social network.

Che ve ne pare? Siete pronti a progettare un WordPress e-commerce e iniziare a vendere online?

You may also like