Shopify: come funziona e a cosa serve la piattaforma di e-commerce

Shopify: come funziona e a cosa serve la piattaforma di e-commerce

Candido Romano Pubblicato il 4/11/2022

Shopify: come funziona e a cosa serve la piattaforma di e-commerce

Shopify è una piattaforma di e-commerce che consente di creare un negozio online e vendere sul web sia prodotti che servizi. Nel mondo con questa piattaforma sono state create più di di 1,7 milioni di attività commerciali in 175 paesi diversi. Tutti possono quindi iniziare a vendere online, anche chi ha poche conoscenze tecniche, costruendo un negozio online in grado di accettare tutti i più noti metodi di pagamento.

Aziende e PMI possono utilizzare Shopify per creare e gestire un e-commerce, ma anche per gestire un negozio fisico che integra una presenza online o un temporary store. Sono molte le aziende che stanno esplorando la possibilità di aprire un negozio online tramite Shopify: ecco una guida su come funziona, quanto costa e i vantaggi di usare questa piattaforma.

Cos’è Shopify e come funziona

Shopify è una soluzione software di tipo SaaS (Software as a Service) che permette di creare, personalizzare e gestire un negozio online. L’azienda in cambio di un canone mensile permette di accedere a una infrastruttura informatica in cloud per realizzare un e-commerce senza l’obbligo di installare un software e senza aver bisogno di un server aggiuntivo. Il sito del negozio online sarà quindi ospitato sui server di Shopify.

Esempio di schermata di Shopify
Esempio di schermata di Shopify da mobile app. Foto: Roberto Cortese

Creare un e-commerce con Shopify richiede alcuni passaggi molto semplici, non è necessario conoscere difficili linguaggi di programmazione: basta creare un account, scegliere tra una serie di template grafici gratuiti o a pagamento e aggiungere prodotti, servizi e metodi di pagamento. Shopify fornisce anche la possibilità di analizzare il comportamento dei clienti per ottenere preziose informazioni sulla propria attività.

Consente inoltre l’integrazione con numerosi servizi di terze parti per aiutare il negozio a crescere: si possono installare app di ogni tipo sul proprio negozio online. Ad esempio, si vuole iniziare un’attività di cross selling? C’è un’app apposita per questo. Oppure inserire un pop-up che avvisa gli utenti di un’offerta speciale? C’è un’app anche per questo, insieme ad altre centinaia di applicazioni che migliorano il proprio e-commerce sia visivamente che nelle sue funzionalità. È quindi possibile sfruttare la piattaforma a fondo e in maniera anche complessa per creare negozi online avanzati.

Schermata di dati raccolti da Shopify
Schermata di dati raccolti da Shopify

Per capire come funziona Shopify, ecco dei semplici passaggi nella creazione di un negozio online su questa piattaforma. È sufficiente:

  • Visitare l’homepage e creare un account inserendo la propria e-mail e password. La piattaforma fornisce subito l’accesso a una prova gratuita di 14 giorni.
  • A questo punto è necessario inserire il nome del proprio negozio In questo modo viene creato il sito su Shopify a cui viene assegnata una URL unica. Si può acquistare anche un dominio internet per scegliere la URL personalizzata del proprio e-commerce.
  • Entrando come admin nel proprio negozio, è possibile fin da subito personalizzare la Home Page con nuovi testi e immagini. In alternativa si possono scegliere anche temi già preconfezionati, sia a pagamento che gratuiti.
  • Il passo successivo è quello di aggiungere prodotti, con la possibilità di compilare diversi campi come la descrizione, quantità, prezzo e molto altro.
  • Per consentire agli utenti l’acquisto dei prodotti, è necessario a questo punto scegliere un piano di abbonamento a Shopify tra quelli a disposizione.

Quanto costa Shopify? Tutti i piani di abbonamento

I prezzi dei vari piani disponibili su Shopify sono consultabili su questa pagina. La piattaforma mette a disposizione cinque piani differenti, in grado di coprire tutte le esigenze di qualsiasi tipo di azienda che vuole vendere online. Può usare Shopify quindi sia il piccolo imprenditore che la grande azienda che deve gestire un grande numero di acquirenti, più magazzini e una grande quantità di prodotti a catalogo. Ecco quanto costa Shopify e i suoi piani di abbonamento:

I diversi livelli di servizi che offre Shopify
I diversi livelli di servizi che offre Shopify
  • Shopify Lite: si tratta del piano più economico, da 9 dollari al mese, ed è quello adatto a chi inizia per la prima volta a vedere online. In particolare consente di aggiungere prodotti a qualsiasi sito web o blog, non fa differenza che sia ospitato su WordPress, Squarespace o Tumblr. Si possono aggiungere i cosiddetti “Buy Buttons”, generando una scheda prodotto con check-out integrabil
  • Basic Shopify: questo piano costa 29 dollari al mese ed è l’opzione meno costosa per creare un negozio online. È ideale per nuove attività di e-commerce in partenza e offre tutte le funzionalità di base per vendere online, con la possibilità di aggiungere un numero illimitato di prodotti.
  • Shopify: questo è il piano globalmente più utilizzato, adatto alle attività in crescita che vendono online e in un negozio fisico. Con 79 dollari al mese è possibile utilizzare funzionalità più avanzate, quindi è adatto anche per gli e-commerce di media grandezza. Si possono ad esempio configurare domini internazionali ed avere una ottimizzazione SEO internazionale.
  • Advanced Shopify: il prezzo qui sale a 299 dollari al mese, infatti è utilizzato da grandi imprese che hanno bisogno di reportistica avanz Tra le funzionalità aggiuntive c’è la possibilità di avere fino a 15 account staff differenti, la gestione di più magazzini per assegnare le scorte a negozi fisici, negozi pop-up o a qualsiasi sede da cui vende l’azienda.
  • Shopify Plus: è il piano più costoso, di livello Enterprise, adatto a grandi aziende e commercianti con alti volumi di vendita. Il prezzo del canone parte da 2.000 dollari al mese, ma apporta dei benefici importanti, come ad esempio l’assistenza dedicata sempre a disposizione da parte dei tecnici di Shopify.

Un dato importante sui prezzi: tutti i piani, tranne il più costoso Shopify Plus, prevedono il pagamento, oltre al canone mensile fisso, di una commissione sulle transazioni. Significa che su ogni vendita l’e-commerce deve pagare una commissione a Shopify. Ecco una tabella con le commissioni sulle vendite (le commissioni dei Buy Button di Shopify Lite è equiparabile a Shopify Basic):

Le offerte di Shopify più nel dettaglio
Le offerte di Shopify più nel dettaglio

Quale canale di pagamento usare per il proprio negozio?

Shopify mette a disposizione nativamente oltre 50 sistemi di pagamento, consultabili su questa pagina. Ogni nazione ha una serie di sistemi di pagamento specifici supportati, compresi Amazon Pay, PayPal, carte di credito e software per POS: ognuno ha ovviamente caratteristiche e spese di transazione differenti.

Ai gestori di e-commerce è quindi consigliato di prendersi del tempo per esplorare le caratteristiche specifiche di ogni metodo di pagamento da integrare all’interno del negozio, in base alle esigenze aziendali.

Qual è la differenza tra Shopify, Amazon o eBay?

Amazon ed eBay sono due piattaforme nettamente differenti da Shopify, perché sono propriamente dei marketplace. Qui i venditori sfruttano queste due piattaforme creando un negozio che si integra al loro interno, quindi non possono personalizzare alcun tipo di interfaccia e devono sottostare alle regole della piattaforma. Amazon ed eBay sono quello che nella vita reale è un mercato, dove ogni venditore espone i prodotti sulla propria bancarella, senza alcun tipo di insegna.

Shopify invece è come avere un negozio all’interno di un locale specifico, dove il commerciante paga l’affitto (cioè il canone mensile alla piattaforma), ma vende all’interno di un suo spazio con nome e insegna, operando in maniera indipendente da tutti gli altri negozi in zona. Proprio come un negozio fisico del genere, chi detiene un negozio online su Shopify è responsabile anche dei prodotti venduti, resi, marketing e di tutte le attività connesse alla vendita.

Per chi è adatto Shopify? I vantaggi della piattaforma

Shopify è la soluzione adatta sia a chi detiene un sito web, blog o pagina social e vuole monetizzare vendendo prodotti (ad esempio si può creare uno Shop su Instagram e collegarlo ai prodotti su un sito Shopify), ma anche alle PMI e grandi aziende che vogliono lanciare un e-commerce o migliorare il proprio negozio online.

La piattaforma risponde alle esigenze di tutti i tipi di azienda, dato che è possibile passare da un piano all’altro anche in corso d’opera. Ecco i vantaggi che Shopify offre alle aziende:

  • Costi chiari e integrati: essendo un software basato sul cloud, Shopify richiede un canone mensile (e commissioni sulle vendite), ma questo comprende anche il costo del server, che in altre soluzioni come Magento e Prestashop non è incluso.
  • Facile da usare: chiunque può usare Shopify, anche chi non ha la minima esperienza con la vendita online. Le app a disposizione per aumentare le funzionalità del proprio negozio online sono tantissime, così come i temi per personalizzare praticamente qualsiasi sezione.
  • Server stabile: essendo il negozio online ospitato sui server di Shopify, anche con alti volumi di traffico è raro che subisca rallentamenti o crash. In questo modo durante i periodi più “caldi” dell’anno, come il Natale o il Black Friday, si può stare relativamente tranquilli e concentrarsi solamente sul marketing e sulle vendite.
  • Si aggiorna da solo: essendo una piattaforma SaaS si aggiorna automaticamente e in maniera del tutto gratuita. Shopify si occupa di tutta la parte tecnica e di manutenzione del motore del software, quindi il gestore del negozio può dedicarsi esclusivamente all’aggiornamento dei prodotti sul negozio.
  • Massima sicurezza: entrando nell’ecosistema di Shopify, è molto più difficile che un hacker possa violare il proprio e-commerce, dato che la piattaforma utilizza dei sistemi di protezione avanzati e molto potenti.

 Si conclude questa panoramica su come funziona Shopify, una piattaforma che può rappresentare una utile e importante soluzione aziendale per chi vuole vendere online, anche partendo da zero.