PRINT LEGENDS PODCAST 6 – QUATTRORUOTE E LA CULTURA DELL’AUTOMOBILE DAL 56′ AD OGGI

by

“Noi siamo cultura dell’automobile.”

Questa frase del direttore Gian Luca Pellegrini riassume l’identità della famosa rivista Quattroruote, che da 64 anni continua ad essere stampata e venduta con successo in Italia.

Perchè il mondo dell’editoria e dei periodici non intercetta solo passioni, non alimenta solo sogni e non racconta solamente storie che soddisfano i desideri dei lettori.

Una rivista è anche e soprattutto un modo per fare cultura.

Un modo privilegiato per tessere legami con i lettori, facendo leva sulle loro aspettative e desideri, ma ampliandone la visione complessiva verso un mondo che, pagina dopo pagina e numero dopo numero, si allarga, si fa più chiaro e allo stesso tempo più vasto.

Una rivista può essere anche una finestra sul mondo, che ne cattura l’essenza, la studia e ne alimenta la spinta dinamica naturalmente tesa in avanti.

Quattroruote accompagna la società italiana fin dal 1956, quando fotografava per la prima volta la diffusione dell’automobile come mezzo di trasporto della società di massa. Il suo contributo si è incentrato inizialmente sulle cosiddette “utilitarie”, automobili di modeste dimensioni e dal prezzo accessibile che rivoluzionavano  il concetto stesso di mobilità per le famiglie.

Era un momento di forte cambiamento e dinamismo nel paese, un dinamismo che si è tradotto anche negli spostamenti dei cittadini, sempre più indipendenti, e che si è accompagnato ad una concezione differente del mondo. D’altronde, sappiamo che i mezzi che usiamo ogni giorno non solo ci aiutano nelle attività quotidiane. Non solo s’inseriscono in una routine che ci diventa sempre più familiare. Ma questi mezzi plasmano anche il nostro modo d’intendere la realtà, d’interagirci. Gli strumenti che adottiamo nel quotidiano diventano parte del nostro stesso modo di risolvere i problemi e s’inseriscono nel processo che ci porta a formulare i nostri desideri.

L’automobile, quindi, non è una semplice descrizione di caratteristiche tecniche.

Non è neanche solo la descrizione minuziosa e accurata dei suoi componenti o delle scelte estetiche adottate dalla casa produttrice.

L’automobile non è nemmeno la quantificazione dei consumi o l’impatto delle sue emissioni nell’ambiente.

L’auto è anche e soprattutto uno dei mezzi che hanno rivoluzionato la mobilità di un paese e del mondo intero.

E’ un capitolo a sè stante del progresso e della civiltà umana che ha portato grossi cambiamenti, grandi vantaggi e, come sempre accade nelle rivoluzioni che lasciano il segno, anche i suoi inevitabili problemi.

Tra la nuova affascinante ammiraglia della casa automobilista di lusso e l’accomodante berlina rivolta al grande pubblico, tra sogni (meno) impossibili e vitali esigenze quotidiane, s’inserisce Quattroruote. Una rivista che è testimone presente della rivoluzione rombante della mobilità nel belpaese, ma anche parte attiva nella diffusione delle conoscenze, del sapere e dello sviluppo di una coscienza attiva che abbraccia da sempre novizi e appassionati del mondo su quattro ruote.

Un esempio cristallino di una leggenda della carta stampata che si fregia di autorevolezza, passione, indipendenza e attenzione ai desideri e alle percezioni dei lettori.

Una rivista che ha saputo rinnovarsi nel tempo, assecondando e anticipando le istanze popolari, e che oggi prosegue il suo grande successo a cavallo tra carta stampata e canali digitali.

Il suo direttore, Gian Luca Pellegrini, ci ha accompagnati in questo interessantissimo viaggio in una realtà editioriale unica e amatissima.

Buon ascolto e…allacciate le cinture!

Gian Luca Pellegrini, direttore della rivista Quattroruote.

Alcune storiche copertine di Quattroruote

Alcune delle iconiche copertine della rivista Quattroruote, dal suo anno di nascita ai tempi più recenti, mostrano l’evoluzione di società e mezzi di trasporto in un connubio nostalgico e dal grande valore storico.

Pagine della rivista Quattroruote degli anni passati

Quattroruote ha accompagnato gli italiani con rigore e autorevolezza fin dagli anni 50′, ponendo le basi e i principi cardini della rivista che possiamo ancora oggi sfogliare con piacere.

ALFA ROMEO Giulia Coupé (1963)- 1963 pagina rivista Quattroruote – “pagella” Giulia Sprint 1.6 GT (Prova 11/1963)
ALFA ROMEO 1750 (1968)- 1968 pagina rivista Quattroruote – “pagella” 1750 (Prova 02/1968)
– 1962 fascicolo di Aprile 1962 – servizio servizio modelli Alfa Romeo 2600
– 1972 fascicolo di Luglio 1972 – viaggio Reggio Calabria / Lubecca con Alfa Romeo Montreal
ALFA ROMEO Alfetta GT / GTV – restyling 1980- 1981 pagina rivista Alfetta GTV 2.0 –  6 2.5 (Prova  8/1981)
– fascicolo di Settembre 1983 – servizio Viaggio in Islanda con Fiat Panda 4×4
ALFA ROMEO Alfa 90 (1984)- 1984 pagine rivista Alfa 90 2.0i – 2.5i Quadrifoglio Oro – 2.4 Td (Prova 11/1984)

You may also like