Lettering for beginners

by

Joanna Muñoz ha fondato Wink & Wonder a Los Angeles, California, nel 2013, per dare sfogo alla sua creatività freelance al di fuori del suo lavoro full-time come grafica. “Mi sono fidanzata ufficialmente poco dopo aver iniziato a lavorare e i miei design hanno improvvisamente abbracciato una tendenza caratterizzata da calligrafia e lettering, man mano che documentavo il processo di creazione degli articoli di cartoleria, cartelli e segnaposti per il matrimonio. E da lì, il resto è venuto da sé”, dice Muñoz. “Mi sono imbattuta nell’account Goodtype su Instagram ed è diventata un’ossessione. Mi sembrava di aver trovato una miniera d’oro, una stupenda comunità di cui poter far parte.” E proprio da quel momento non ha più smesso di essere impegnata in vari progetti di lettering fatti a mano.

Qui condivide suggerimenti e tecniche per aiutare gli aspiranti artisti del lettering a iniziare in questo campo e coronare i propri sogni. 

1.  Quali sono gli strumenti più adatti per chi sceglie di cimentarsi nel lettering per la prima volta?

Mi piace sempre usare ciò che ho a disposizione prima di spendere e spandere. Gli strumenti in realtà possono aiutare solo in una certa misura. È piuttosto l’esercitazione costante e coerente insieme all’apprendimento delle basi fondamentali che può portarci a migliorare.

Matite— Ho provato tantissime marche diverse, ma finisco sempre per ricorrere ai soliti noti: la mia matita preferita è la Alvin Draft-Matic Pencil da 5mm  – è sottile a sufficienza per disegnare linee precise ma si esaurisce con l’uso e crea la stessa texture tipica delle matite di grafite tradizionali. L’uso di una matita meccanica previene la necessità di appuntare spesso. E come gomma, mi piace la gommapane perché è pulita e rimuove le linee alla perfezione.

Penne a china— Uso principalmente le penne a pennello Tombow Fudenosuke Hard and Soft per la prima realizzazione di un design. La penna a punta morbida ha molta flessibilità e mi consente di creare linee spesse e sottili applicando più o meno pressione; la punta più rigida regala più struttura e rigidità. Uso anche le penne Micron (principalmente .005, .01 e Graphic) per le linee di rifinitura e un marker Sharpie Brush Tip per riempire le aree più ampie con inchiostro nero.

Carta— Adoro i taccuini Moleskine a quadretti, per fare bozzetti e buttare giù idee; i Pocket Scout Books per fare lettering quando sono in giro e i Canson Marker Paper se devo creare un lavoro finito, perché sono di carta super liscia, a prova di abbondanza d’inchiostro, e abbastanza velata per l’uso di una guida sotto la pagina.

2. Ci sono esercizi di riscaldamento consigliati?

Se mi sono concessa una pausa più lunga del solito, generalmente riattivo la memoria scrivendo l’alfabeto (in corsivo) fino a che il ritmo della china o della matita non torna ad essere naturale. La maggior parte delle volte, inizio semplicemente con dei bozzetti di un concept qualsiasi e mi riscaldo così.

3. Che tecniche di base consiglieresti a un principiante?

Imparare i caratteri – Capire la differenza fra gli elementi di ogni lettera (serif/sans-serif, le altezze della x, tratti ascendenti e discendenti, decorazioni, ecc.) e come interagiscono fra loro farà fare passi da gigante al vostro lettering. E se vi piace lo stile script, imparare la calligrafia di base vi sarà di grande aiuto.

Relax – Stringere forte la penna o la matita e applicare troppa pressione farà stancare la mano molto più rapidamente e le vostre linee e lettere diventeranno forzate. Rilassate la presa e seguite il flusso (nel vero senso della parola).

Esagerate – Fate sketch dei vostri concept considerando l’intera parola o frase e non lettera per lettera nel dettaglio. Un bozzetto più vago vi consentirà di concentrarvi sull’immagine nel suo insieme e determinare la composizione complessiva. È meglio disegnare varie soluzioni rapide e includere tutti gli elementi del design e vedere subito cosa funziona e cosa no, specialmente se ci si serve di una foto in cui inserire le lettere. Una volta soddisfatti della struttura del design, potrete dedicarvi ai dettagli.

Il contrasto è fondamentale – Quando si usano penne con punta a pennello, in genere è bene applicare la giusta pressione su un filetto per linee più spesse, e ridurla al minimo sui pieni per creare linee sottili. La variazione di pressione sulla penna porterà a linee di spessore variabile che conferiranno al vostro lavoro una maggior dimensionalità.

4. Dove (o in chi) trovi la tua ispirazione?

Instagram è il mio social preferito per trovare ispirazione. Sono una grande fan di @Goodtypee del suo curatissimo feed ricco di diversità, dove scoprire creazioni di ogni tipo, dal concept alla realizzazione finale, in ogni possibile supporto esistente. Brooke Robinson, che ha creato l’account, ha il merito di mostrare al mondo artisti noti ma anche emergenti.

Traggo ispirazione da Gemma O’Brien, Jennet Liaw, Becca Clason, Lauren Hom, Nick Misani, Noel Shiveley, Adé Hogue, Christopher Craig, e Danger Dust, artisti che non smettono mai di sorprendermi. Talentuosi e in grado di creare opere dall’incredibile attenzione ai particolari. Veri e propri capolavori con un’ampia varietà di stili del lettering.

5. Quale esercitazione consiglieresti a chi vuole iniziare? 

Il lettering di una citazione è senza dubbio ciò che la maggior parte dei calligrafi – se non tutti – hanno fatto nella loro carriera… e io lo faccio ancora quando non so cosa disegnare. Le citazioni ispirate sono ormai trite e ritrite quindi cimentatevi in qualcosa di diverso. Magari divertitevi con la frase di una serie TV, una citazione non motivazionale o un gioco di parole.

Le citazioni più recenti che ho disegnato si basavano sull’ultima stagione diTrono di spade. A parte essermi divertita moltissimo, è un tema a cui tutti – o quasi – possono fare riferimento e apprezzare. Pensate a quante parole e quanti elementi di design ci vogliono e a come potrete riempire la pagina. Iniziate con bozzetti generici per poi andare a rifinire ciò che avete scritto, fissando il tutto in una composizione che funziona. E soprattutto, ricordate che esplorare idee, strumenti, stili e tecniche diverse fa parte del processo. Godetevelo!

*Goodtype offre laboratori di hand-lettering in autunno in varie città degli USA: Stefan Kunz impartirà un corso di iPad Lettering a San Francisco a ottobre e a dicembre, Goodtype proporrà corsi per freelance interessati agli aspetti imprenditoriali della carriera del libero professionista.

You may also like