6 + 6 consigli per lettere di presentazione efficaci

by

“Inviare CV e lettera di presentazione”. Di fronte alla richiesta di mettersi d’impegno a scrivere una cover letter, in molti scelgono la ritirata; altri ci provano, ma la scrivono in modo inadeguato; in pochi presentano, invece, una lettera degna di nota. Noi, in questo articolo, ci rivolgiamo a tutti coloro che vogliono giocarsela e stanno cercando consigli per scrivere una lettera di presentazione efficace. Qui ti spieghiamo come strutturare una cover letter, in quali errori è bene non cadere e come curare contenuti e design per fare bella impressione.

Come strutturare una lettera di presentazione generica

Partiamo con una domanda frequente: qual è la differenza tra cover letter e motivation letter? La cover letter accompagna il CV e giustifica le esperienze elencate nel curriculum; la motivation letter, invece, spiega perché si desidera lavorare proprio per quell’azienda. Questa distinzione, che spesso è fonte di equivoci, vige soprattutto in Inghilterra.

In Italia, invece, la lettera di presentazione è un mix tra una cover letter e una motivation letter e viaggia quasi sempre accompagnata dal CV. Qui di seguito vi spieghiamo cosa contiene e come è strutturata:

  • In alto. Non devono mancare tutte le informazioni personali: nome, cognome, indirizzo, email, telefono, eventuale sito internet e contatti social (se li utilizzate per lavoro). Non dimenticatevi di indicare anche la data.
  • Primo paragrafo. Presentatevi e parlate delle vostre esperienze formative e professionali. Non tutte, solo quelle che vi sembrano più significative per la candidatura. Specificate, per ogni esperienza, che tipo di arricchimento professionale vi ha dato: è un modo per mettere in luce le vostre capacità.
  • Secondo paragrafo. Spiegate perché avete scelto di candidarvi proprio per quell’azienda e, se si tratta di una lettera di presentazione per candidatura spontanea, specificate per quale posizione vi state proponendo e perché.
  • Fine della lettera. Siate gentili, ringraziate per l’attenzione, salutate e firmate.

Consigli per una perfetta cover letter

Tenete presente che chi leggerà la vostra cover letter avrà a che fare con decine e decine di altre lettere. Per spiccare, dovete far emergere la vostra personalità e la cura che riponete nel presentarvi – che vale come anticipazione della cura che metterete nel lavoro. Qui di seguito i nostri consigli, lato copy e lato design.

Ecco 6 consigli lato copy per non risultare noiosi, per metterci personalità e bandire la sciatteria:

  • Siate concisi. È difficile che una lettera che supera la facciata venga letta per intero.
  • No alle lettere spersonalizzate. Evitate le formule vuote e generiche, come “vorrei lavorare per la vostra azienda perché la considero leader del settore”. Questa frase è generica, potrebbe valere per qualsiasi azienda.
  • Date del “lei”, ma evitate le formule che creano distacco, come “egregio” o “signore”. La lettera deve essere più diretta.
  • Fate trasparire la vostra personalità, spiegate perché vi piacerebbe ottenere quel lavoro e mostrate entusiasmo. In questo modo vi farete conoscere come persona e non rimarrete solo una tra le tante lettere.
  • Refusi ed errori grammaticali sono pessimi biglietti da visita. Rileggete con attenzione la vostra lettera. Se volerà all’estero, fatela leggere a una persona madrelingua.
  • Non inviate la lettera da indirizzi di posta elettronica poco professionali e, soprattutto, inviatela alla persona giusta!

6 consigli lato design. Curate la cover letter anche dal punto di vista grafico, o in pochi si fermeranno a leggerla. Quindi:

  • Scegliete il giusto font. Deve essere facilmente leggibile e deve comunicare professionalità. Per facilitare la lettura, vi consigliamo un sans serif. Da escludere i calligrafici e tutti i caratteri dal tono scherzoso e informale. Per intenderci: se volete che la vostra cover letter venga presa sul serio, non scrivetela in Comic Sans.
  • Il corpo del testo? Vi consigliamo, sempre per ragioni di leggibilità, di non usare un corpo inferiore al 12.
  • Colori: non sono necessari. Optate per la sobrietà.
  • Margini ampi, che regalano alla pagina di testo un aspetto arioso ed elegante. Occhio anche all’interlinea, se è minima rende difficoltosa la lettura.
  • No ai muri di testo che non invitano la lettura. Dividete la lettera in paragrafi, in questo modo le vostre parole verranno lette e comprese con più facilità.
  • Se inviate una lettera cartacea, usate la stessa carta per CV e cover letter. Carta spaiata = sciatteria.

6 + 6 = 12 consigli da ricordare per fare bella figura con la vostra lettera di presentazione. Ora non ci resta che augurarvi un grande in bocca al lupo!

You may also like