#PRINTSTORIES – Chiara e il calendario settimanale “con personalità”!

by

Mischiare passione, creatività e inventiva.

È un buon modo per mantenersi attivi e per mettere a frutto le proprie qualità e attitudini.

Chiara ha fatto proprio questo: lavorare a contatto con la moda, le immagini e i social media l’ha portata a sviluppare l’idea di realizzare una propria linea di prodotti stampati.

Il weekly plan che ha ideato rispecchia fedelmente le sue attitudini: la creatività, l’attenzione per l’estetica, l’ironia e il piacere per l’illustrazione a mano.

È sempre bello riuscire a lasciare la propria impronta in ciò che si fa. Nel lavoro, così come nei propri piccoli e grandi progetti personali. Ma è ancora più bello riuscire a dare forma a una propria idea, concretizzarla, poterla toccare (o sfogliare) con le proprie mani.

Il piano settimanale è un ottimo modo per tenere allenata la mente, organizzare i propri impegni e sfruttare il potere del ricordo ancorato fortemente all’uso di carta e penna.

E se a questi benefit aggiungiamo anche la possibilità di rivedere un tocco di noi stessi e della nostra personalità e creatività quando lo compiliamo e osserviamo, la soddisfazione sarà doppia. E quel planning potrà ricordarci ogni giorno il nostro potenziale, espresso e pronto ad emergere.

Le parole di Chiara vi aspettano, per raccontarvi come ha realizzato il suo weekly plan.

Buona lettura!

Chi sei? Parlaci di te, di cosa fai nella tua vita. Sogni, aspirazioni e attitudini. Un ritratto sintetico, ma fedele!

Ciao! Mi chiamo Chiara Rigoni. La Moda è il mio mondo, la curiosità è una delle mie prerogative. Ogni giorno mescolo questi due ingredienti per creare il lavoro dei miei sogni. Dopo la laurea in Fashion Design allo IUAV di Venezia punto tutto sulla comunicazione, specializzandomi in digital marketing. Nella vita di tutti giorni creo contenuti per i social network di diversi clienti, ma la sera il mio alter ego Chiary dà libero sfogo alla mia nuova passione: l’illustrazione. Mascara a profusione, rossetto rubino e unghie laccate: i miei soggetti preferiti sono Donne con la D maiuscola (W il Girl Power), il popolo fashionista e i loro gattini.

Prima di iniziare, puoi spiegare ai nostri lettori che cosa hai realizzato grazie alle nostre stampe?

Conosco Pixartprinting da qualche anno e dopo i primi lavori su commissione ho finalmente preso coraggio e deciso di realizzare le mie prime stampe con protagoniste le mie illustrazioni. Dapprima ho sperimentato con le cartoline, declinandole in bigliettini di auguri, poi con i segnalibri e infine ho deciso di provare a realizzare il mio primo weekly planner.

Torniamo all’origine. Come è nata l’idea che ti ha portato a realizzare questo progetto? Ha una storia particolare?

Sono una programmatrice seriale. Da brava Leone mi piace quando i piani vanno come avevo stabilito, ecco perché sono un’amante delle “To do list” e delle agende. Negli anni ho scoperto che i piani settimanali sono la formula che più mi si addice, perché riesco ad avere tutto sott’occhio senza farmi sovrastare dalla visione mensile, decisamente troppo ampia. Ho comprato per anni dei planner settimanali già pronti, ne ho creati altri scaricabili gratuitamente dal mio blog Coffeedential.it e poi mi son detta: “Perchè non farne uno tutto mio?”

Una volta trovata l’idea giusta hai dovuto fissare un obiettivo. Cosa volevi ottenere con la tua idea? Qual era il tuo scopo?

L’idea principale è che fosse carino ma soprattutto funzionale e versatileHo deciso appositamente di lasciare libero lo spazio relativo alla data per evitare sprechi di carta inutili, in cui ero incappata quando utilizzavo dei planner acquistati.

Come hai realizzato in concreto il tuo progetto? In quante e quali fasi hai diviso il tuo lavoro? Raccontaci il processo col quale hai dato forma alla tua idea e come l’hai resa pronta per essere lavorata e stampata.

Dopo una immancabile ricerca iniziale sulla tipologia di formato più idonea al mio progetto, ho preso spunto dalla mia realtà quotidiana e ho aggiunto a un’illustrazione che mi ritrae la tipica gestualità che contraddistingue noi italiani. Le mie mani indicano delle preziose “To do list” a cui ho aggiunto un tocco di sana ironia. Una volta realizzate le illustrazioni le ho inserite nella grafica che avevo stabilito per il planner, basandomi sui template consultabili sul sito Pixartprinting e ho ultimato il mio progetto.

Come hai sfruttato la stampa on demand per finalizzare il tuo lavoro? Quali materiali hai scelto e perché?

Trovo fantastica la possibilità di poter caricare il proprio file e dopo qualche giorno vedere concretizzato il proprio lavoro, ricevendolo comodamente a casa. Quando realizzo dei bigliettini o segnalibri prediligo una carta più spessa e ruvida come la Turner, fantastica per far risaltare le mie illustrazioni. Per il progetto del planner ho optato per una carta usomano, più pratica e adeguata alla compilazione degli impegni e scadenze quotidiane.

E’ il momento di sfruttare al meglio i prodotti creati! Nel tuo caso, il fine era quello di stampare un planner settimanale. Che sensazione hai provato a vederlo tra le tue mani?

Chi mi conosce sa che non nascondo facilmente le mie emozioni. Appena ho avuto per le mani il mio planner, mi si è immediatamente materializzato in volto un sorrisino soddisfatto e ho iniziato a saltellare per tutta casa mandando foto della mia creazione a tutti gli amici. Non nego che provo sempre una certa “ansietta” nell’aprire il pacco, ma la piacevole sorpresa che vi trovo racchiusa ripaga sempre il mio lavoro.

Questo è solo l’inizio! Quali altri progetti hai per il futuro? Vuoi rivelarci qualcosa?

Ben detto! È nato tutto per gioco, come un esperimento per toccare finalmente con mano le mie illustrazioni digitali, ma con il tempo sto ricevendo un inaspettato riscontro positivo ai miei lavori e sono fioccate anche le prime richieste di collaborazione. Per il futuro vorrei ampliare il mio raggio d’azione e provare a realizzare dei quadernini che possano fungere anche da sketchbook per i creativi come me. Continuate a seguirmi… credo ne vedrete delle belle! 😉

You may also like