80’, 90’ e 2000: idee per arredare una camera vintage

by

Se vi diciamo anni Ottanta a cosa pensate? È facile: spalline imbottite e pettinature vaporose! Anni Novanta? Dr. Martins, giacca di jeans. Anni Duemila? Questa è più difficile: jeans a vita bassa e occhiali a mascherina!

I decenni passati hanno tutti un gusto particolare, iconico e indimenticabile sia per chi li ha vissuti sia per chi li ha conosciuti solo attraverso film e serie TV. Ecco la nostra idea: avete mai pensato di poter ricreare quelle stesse atmosfere nella vostra casa?

Oggi vi diamo qualche spunto su come arredare la vostra camera in stile vintage. Vi proponiamo quindi un viaggio molto particolare tra le icone e le mode in questi tre decenni — gli Ottanta, i Novanta, i Duemila — da una prospettiva inedita: quella delle camerette!  È proprio in questo territorio, apparentemente separato dal resto, che si può trovare un magico collage delle mode del momento, miscelate in modo impeccabile dai gusti dei più giovani.

Tra oggetti indimenticabili — come l’Atari e le Polly Pocket — e prodotti stampabili preparatevi a versare qualche lacrima e a dire “quello ce l’avevo anche io!”.

La cameretta anni 80: tra Atari, poster e synth

Iniziamo da quello che è uno dei decenni più iconici e indelebili nell’immaginario collettivo: i mitici anni Ottanta. Immaginate colori fluo, synth e una certa ingenua spensieratezza… ok siete nel decennio giusto.

Dal telefilm Stranger Things. Fonte: 8flix 

Vi ricordate com’era fatta una cameretta icona degli anni Ottanta? Pensate alla cameretta dei Goonies o a quella della giovane Sarah nel film Labyrinth. Nella cameretta anni Ottanta non può mancare uno stereo portatile in cui inserire anche le proprie musicassette (buttato sul letto potreste trovare anche un walkman), uno skateboard, il modellino dell’X-Wing di Luke Skywalker, una piccola TV al quale è attaccato un parallelepipedo nero: il mitico  Atari 2600, la storica console americana che per prima portò in ogni casa capolavori come Pong o Asteroids.

Ma la vera cameretta anni Ottanta si riconoscere dalle pareti: poster, poster e poster. La mania dei poster di attori e star della musica inizia proprio in quegli anni! Vi ricordate il poster di Madonna con il suo stile Ottanta? Crocefisso, lunghe collane e orecchini, trucco vistoso, lecca lecca. Ci sono poi manifesti indimenticabili di David Bowie, dei Duran Duran e degli Spandau Ballet e pareti tappezzate con le star del cinema: Al Pacino nelle vesti di Tony Montana, la locandina di Ritorno al Futuro o Harrison Ford con frusta e cappello da avventuriero.

Dal telefilm “Stranger Things”. Fonte: lh3

Un’idea per ricreare facilmente l’atmosfera spensierata di quegli anni potrebbe essere allora proprio quella di ristampare qualcuno di questi iconici poster!

La cameretta anni 90: calendari e tanti oggetti fosforescenti

Ci spostiamo di un decennio in avanti ed eccoci nella cameretta anni Novanta. Ci sono idoli — le Spice Girls, i Take That, i Backstreet Boys — che trovano spazio su di un nuovo oggetto nelle nostre camere: i calendari! Acquistati o fatti in casa, i calendari sono sicuramente uno di quei luoghi che negli anni Novanta vengono usati per mostrare al mondo l’amore per i nostri eroi!

Dal telefilm “Friends”. Fonte: prod-bb

L’Atari lascia il posto alla Super Nintendo, mentre in qualche cameretta compaiono anche i primi computer. Erano poi i tempi di MTV e di Willy il Principe di Bel Air. Negli stessi anni si diffuse anche il Tamagotchi: l’aggeggio elettronico che stava in una mano e vi permetteva di far crescere un animaletto virtuale!

In cameretta lo stereo rimane, ma oltre alle musicassette potete inserirci ora anche i cd: la collezione di cd musicali era sempre folta e ben impilata in porta cd a torre!

È anche il decennio dove le lampade non passano inosservate: vi ricordate la lampada lava o quella a fibra ottica? Se poi spegnete la luce, noterete che sono appiccicate alle pareti delle stelline fosforescenti… ma non sono le uniche cose a brillare nella stanza! Scritte realizzate con le penne gel campeggiano sulle pareti e dando un’occhiata in giro troverete altri oggetti che ormai sembrano appartenere a un’altra dimensione: un acchiappasogni, un diario elettronico, le minuscole Polly Pocket, una molla colorata!

Dal film “10 things i hate about you”. Fonte: i.pinimg.com

Per ricreare l’atmosfera anni Novanta quello che vi consigliamo di fare è quindi procurarvi uno di questi vecchi oggetti (e dai colori rigorosamente fluo) e stampare un calendario con le immagini della vostra boyband preferita!

Anni 2000: pannelli di sughero, adesivi e specchi onda

Siamo arrivati agli anni Duemila! Forse perché sono più vicini a noi, ci possono sembrare meno iconici… ma basta un piccolo sforzo di memoria ed ecco che ci saltano in mente subito oggetti e mode. Sono gli anni Britney Spears e Justin Timberlake, dell’abbigliamento sportivo sdoganato come abito alla moda, degli occhiali a specchio!

Dal telefilm The O.C. Fonte: i.pinimg.com 

In TV si guarda O.C e How I met your mother, mentre nelle camerette compaiono nuovi oggetti iconici. Un esempio? Il sempre caro 3310, uno dei primi cellulari a larga diffusione: usato principalmente per farsi gli “squilli” tra innamorati e amici – un modo anni Duemila per dire “ti sto pensando” – o più comunemente per giocare a Snake.

I letti vengono alzati come se fossero letti a castello, ma sotto si utilizza lo spazio per piazzare una scrivania o un divano in cui guardare i film: la Città Incantata di Miyazaki, Il favoloso mondo di Amelie e Matrix: Reloaded. Attorno a noi ci sono oggetti come lo specchio onda di Ikea e la rete portaoggetti da appendere: entrambi scomodissimi per i rispettivi usi.

Immancabile poi è il pannello di sughero alla parete. Qui venivano appesi in ordine variabile: i biglietti dei concerti preferiti, foto stupide con gli amici (ancora non esistevano i selfie), frasi motivazionali scritte dalle persone più care. Sparsi per la cameretta ci sono poi adesivi di ogni tipo: applicati alle lampade, alla scrivania, su strumenti musicali e amplificatori! Per i più piccoli c’erano poi gli adesivi fosforescenti che si trovavano all’interno dei Piccoli Brividi, la collana di libri horror dedicati ai giovanissimi.

Dal telefilm “The Big Bang Theory”. Fonte: vignette.wikia.nocookie.net/ 

Ecco dunque per ricostruire una cameretta anni Duemila seguite questi due consigli: procuratevi uno specchio onda e stampate alcuni adesivi dai colori accesi e con su raffigurati i vostri miti anni Duemila!

 E voi che stile preferite per la vostra cameretta?

You may also like