6 novità sulla stampa che terremo d’occhio nel 2018

by

Benvenuti nel 2018! La domanda è d’obbligo: avete già fatto la vostra lista di buoni propositi per l’anno nuovo? Noi sì! Anzi meglio: abbiamo un piano, tante idee e qualche novità sulla stampa che andremo a seguire e a testare in questo nuovo anno.

Si tratta di nuovi trend, come la stampa a base acqua, o idee decisamente innovative, come la nanotecnologia applicata alla stampa: la cosiddetta nanografia. Andremo poi a seguire l’evoluzione della sfida tra stampa digitale e offset, la stampa in tessuto e qualche altra innovazione tecnica!

Nanotecnologie per la stampa

Benny Landa racconta come funziona la nanografia. Copyright: Landa

Nel 2018 saremo a Tel Aviv per valutare l’utilizzo di un’importante novità: la nanotecnologia applicata alla stampa.

Già dalla fine dello scorso anno siamo stati nella metropoli israeliana per conoscere chi sta realizzando questa nuova tecnologia: Benny Landa e la sua azienda.

La nanografia – ovvero la nanotecnologia per la stampa – è qualcosa di davvero innovativo. Partiamo dal principio: la nanotecnologia è la scienza che manipola e altera la materia a livello atomico e molecolare. Stiamo parlando di scale che vanno da 1 a 100 nanometri (basti pensare che 1 nanometro equivale alla miliardesima parte di 1 metro per capire che stiamo parlando di qualcosa di davvero minuscolo).

Di solito, i materiali modificati a questa scala di grandezza acquisiscono caratteristiche particolari. E questo è vero anche per i pigmenti. Landa ha così creato dei nanopigmenti e li ha incorporati in un nanoinchiostro a base acqua. Quindi, grazie anche ad un processo del tutto rivoluzionario di stampa inkjet “indiretta” pinning ed essicazione dell’inchiostro su blanket, il risultato è una stampa con colori estremamente brillanti, che riesce a unire la flessibilità della stampa digitale – minori costi e tempi di avviamento brevi – mantenendo la qualità della stampa offset.

Nel 2018 torneremo in Israele e faremo dei test di valutazione per capire se sarà possibile incorporare questa tecnologia nella stampa del nostro piccolo formato.

Stampa digitale e stampa offset: qual è il trend per il 2018?

Nel 2018 continueremo a seguire con interesse l’evoluzione digitale delle Komori, macchine da stampa che già abbiamo nella nostra pianta di produzione.

Perché lo facciamo? Komori è uno storico produttore giapponese di macchine per la stampa in offset. Seguire l’evoluzione di questa azienda nel digitale – i trend e le novità proposte – ci darà sicuramente importanti indizi su quanto velocemente il digitale si evolverà e quanta quota del mercato della stampa in offset eroderà nel 2018.

Insomma, anche nel 2018 saremo alla ricerca di preziose informazioni per il futuro della stampa!

Stampare a base acqua

Flickr/Joe Dyer [CC BY]
Nel 2018 seguiremo lo sviluppo della stampa a base acqua, aldilà della nanografia. Si tratta infatti di un settore che sta attirando su di sé molta attenzione, soprattutto per quanto riguarda le applicazioni su supporti rigidi di grande formato.

Grazie agli inchiostri a base acqua è infatti possibile stampare su supporto rigido mantenendo un’ottima brillantezza dei colori.

Un altro aspetto importante della stampa a base acqua è un maggiore rispetto delle peculiarità del supporto: se stampiamo su un legno ad esempio, sarà ancora possibile apprezzarne le venature; lo stesso vale per plastiche con texture particolari.

Infine, rispetto alla stampa a raggi ultravioletti, la stampa a base acqua è sicuramente più eco-friendly.

Smart Cutting formato B2 e B1

Un’altra innovazione che ci interessa riguarda la finitura su formato B1. La finitura è il tocco finale che conferisce alla stampa personalità e professionalità: è l’ultima fase della stampa che riguarda il taglio, la patinatura o verniciatura. Dalla finitura dipende quindi parte della qualità finale del prodotto.

Cosa ci aspettiamo per il 2018? Detto molto in breve: vorremmo co-sviluppare con i nostri partner strategici delle piattaforme tecnologiche che offrano un livello di flessibilità in fase di finitura che sia allineato a quello della stampa digitale, quindi con costi e tempi di avviamento quasi trascurabili.

Stampa in tessuto

Flickr/Georgie Sharp [CC BY-NC]
Nel 2018 approfondiremo la valutazione della stampa in tessuto, studiando quali sono le piattaforme tecnologiche disponibili.

La stampa digitale in tessuto ha aperto un nuovo mondo ad architetti e interior designer e infinite possibilità di personalizzazione degli arredi. Inoltre può essere usata nell’abbigliamento e per realizzare gadget creativi. Insomma crediamo che valga sicuramente la pena capire quali possibilità tecnologiche si aprono nel 2018 per questo interessante settore della stampa.

Sulla via della smart factory

Già da anni stiamo percorrendo questa strada, e continueremo a farlo nel 2018, con particolare riferimento alla produzione grande formato su supporti rigidi.

Handling totalmente automatizzato, etichettatura, tracciabilità e confezionamento just-in-time  sono alcuni dei pillar della nostra fabbrica del futuro, non così distante!

Il programma di reshape della produzione grande formato su supporto rigido ha contemplato un coinvolgimento massivo dei partner tecnologici più importanti ed è stato caldamente supportato e sponsorizzato dai vertici organizzativi.

 

E le vostre idee per questo 2018 quali sono?

You may also like