5 musei d’illustrazione da visitare a Natale

by

È quasi Natale: tempo di mercatini, di regali, di piccoli e lunghi viaggi. E anche quest’anno cogliamo l’occasione per suggerirvi alcuni luoghi che secondo noi vale la pena visitare durante queste feste natalizie!

Lo scorso anno vi avevamo indicato 5 musei della stampa da visitare in Germania, quest’anno abbiamo allargato il nostro sguardo su tutta l’Europa per consigliarvi 5 musei dell’illustrazione nascosti in piccole e grandi città. Sono tutti luoghi magici e a volte poco conosciuti, dedicati all’arte dell’illustrazione in tutte le sue forme: da quella più classica dei libri per l’infanzia, alla pubblicità e al design.

Da Londra a Madrid, da Berlino a Strasburgo, passando anche per un piccolo paese a ridosso delle Alpi italiane, abbiamo mappato 5 luoghi da non perdere per gli amanti dell’illustrazione e del disegno.

Il Museo Tomi Ungerer a Strasburgo

Credit: M. Bertola/Musées de Strasbourg
Credit: M. Bertola/Musées de Strasbourg

Se durante le vacanze vi trovate a passare nel capoluogo dell’Alsazia, tra un giro dei mercatini natalizi e una visita alle cantine della regione, vi consigliamo di prendervi un pomeriggio per visitare il Museo Tomi Ungerer – Centro Internazionale dell’Illustrazione!

Mettendo piede nella villa ottocentesca che ospita il museo si entra in un mondo parallelo, quello delle opere di uno dei più importanti illustratori del ventesimo secolo: Tomi Ungerer. Nato a Strasburgo, Ungerer è forse noto soprattutto per i suoi libri per bambini come I tre briganti, ma la sua carriera – iniziata negli anni Cinquanta– lo ha visto impegnato anche in opere di design e illustrazioni satiriche ed erotiche.

All’interno della collezione permanente, si possono ammirare oltre 300 disegni originali dell’artista alsaziano, mentre 11mila sono le opere conservate negli archivi. Date un’occhiata anche al programma di mostre temporanee dedicate a professionisti francesi e internazionali.

Il Museo ABC a Madrid

Ospitato all’interno della prima fabbrica della birra San Miguel a Madrid, ora dismessa, il museo ABC raccoglie una delle più ricche collezioni di illustrazione in Europa. Sono circa 200 mila le opere conservate nel museo, dal 1890 a oggi, realizzate da oltre 1500 artisti.

Durante il periodo natalizio, il museo offre un ricco programma che accompagna la collezione principale. Dal 13 al 15 dicembre si tiene Ilustrìsma, una fiera che coinvolge 40 illustratori. Fino al 6 gennaio potete ammirare anche Pintacuentos che raccoglie il meglio dell’illustrazione contemporanea per bambini in Messico. Qui trovate il programma completo delle mostre.

La House of Illustration di Londra

Credit: Paul Grover
Credit: Paul Grover

La House of Illustration a Londra è l’unica galleria nel Regno Unito dedicata esclusivamente all’illustrazione. Fondata nel 2014 da Quentin Blake, disegnatore e illustratore britannico noto in Italia per la sua collaborazione con Bianca Pitzorno, la galleria ospita a rotazione mostre sull’illustrazione contemporanea e non.

Durante il periodo natalizio la galleria ospita una mostra sulle opere figurative di Quentin Blake — con 100 opere tra disegni, quadri e stampe — e Journeys Drawn, una collettiva di 12 artisti da tutto il mondo che raccontano tramite l’illustrazione la crisi dei rifugiati.

Prima di organizzare la vostra visita alla House of Illustration vi consigliamo di dare un’occhiata al ricco programma di eventi collaterali che include fiere dell’illustrazione, serate di presentazione e corsi per grandi e piccoli.

Museo Zavřel a Sarmede, Treviso

Credit: Fondazione Zavřel
Credit: Fondazione Zavřel

Un paese di 3000 anime alle pendici delle prealpi trevigiane ogni inverno si trasforma nella “Città delle fiabe”: Sarmede. È qui infatti che dal 1983 si tiene la Mostra Internazionale dell’Illustrazione per l’Infanzia, la più ricca esposizione in Italia dedicata alla letteratura per bambini. L’edizione 2018 ha come ospite d’onore Józef Wilkoń, uno dei più grandi illustratori polacchi e la si può visitare fino al 10 febbraio 2019. Le collettive invece ospitano i lavori di illustratori da tutto il mondo: dall’Iran al Canada, dalla Corea del Sud alla Spagna.

A trasformare questo piccolo angolo di mondo ai piedi delle Alpi in un luogo magico è stato Štěpán Zavřel, pittore e illustratore in fuga dalla Cecoslovacchia che nel 1968, dopo infinite peregrinazioni, si stabilisce in un casolare nei pressi di Sarmede e qui trova finalmente la pace. Nel centro del paese si trova il Museo Zavřel, il cui nucleo è rappresentato dalla collezione permanente con circa 80 illustrazioni originali e disegni preparatori del grande artista ceco.

Il Ministerium für Illustration a Berlino

E ora qualcosa di completamente diverso: il Ministerium für Illustration (Ministero per l’Illustrazione) di Berlino. La galleria offre uno spazio non convenzionale per disegnatori contemporanei con mostre temporanee che si accavallano ogni 2 o 3 mesi.

Negli spazi del Ministerium – su Chausseestraße, la strada berlinese un tempo tagliata in due dal Muro – vengono ospitati disegni, stampe e illustrazioni: una vetrina per artisti e case editrici, sia tedeschi che internazionali. Se questo Natale passerete qualche giorno nella fervente capitale tedesca, date un’occhiata al loro programma!

You may also like