Librerie visual e tool di progettazione grafica

by

Ogni giorno, sul web, passano sotto i vostri occhi centinaia e centinaia di immagini. Quelle che potrebbero tornarvi utili le raccogliete in una cartella sul desktop, che a sua volta contiene altre sottocartelle straripanti di immagini. Il risultato? Quando ne cercate una per lavorarci su, rischiate l’esaurimento nervoso.

In questo articolo passiamo in rassegna le piattaforme più utilizzate per raccogliere e scoprire nuovi contenuti visivi. Sono spazi in cui troverete ispirazioni e dove potrete archiviare con ordine le vostre immagini. Non solo, parleremo anche di strumenti, meno conosciuti, per personalizzare immagini, video e creare contenuti visivi coinvolgenti – come infografiche, sondaggi, mappe, report, quiz, poster e tanto altro ancora.

Strumenti per raccogliere immagini e ispirarsi

Qui passiamo in rassegna alcune librerie virtuali progettate per raccogliere i vostri contenuti visual o cercare ispirazioni: Pinterest, Flickr, Tumblr e Lingo. Vi spieghiamo subito cosa sono e come funzionano.

Cos’è Pinterest e come funziona?

Pinterest è un social creato per la condivisione di fotografie, video e immagini. Il suo compito? È molto semplice: vi aiuta ad appuntare i contenuti da non perdere di vista.

Sulla piattaforma caricate le vostre immagini, quelle che adesso sono sparse qua e là nelle cartelle, e le organizzate in lavagne tematiche semplici da consultare. Dopo esservi registrati, potete curiosare nell’enorme archivio del social, “pinnare” le immagini che vi piacciono, salvare i contenuti da conservare e ordinarli per tema. Siete alla ricerca di ispirazioni su un particolare argomento? Digitate nella barra di ricerca una parola chiave e… vi si aprirà un mondo!

Cos’è Flickr?

Anche Flickr è un sistema di archiviazione e condivisione di immagini. È frequentato da tutti coloro che hanno a che fare – per lavoro o per passione – con i contenuti visivi. È una vetrina per scoprire qualcosa di nuovo e farsi conoscere.

Esattamente come Pinterest, Flickr vi permette di trovare idee consultando un archivio di immagini caricate da altri utenti. Visto che questo archivio è sterminato, nel social ci sono filtri che snelliscono le ricerche e vi permettono di arrivare più velocemente a ciò che vi interessa. I contenuti possono essere scaricati in diverse risoluzioni e raccolti sotto la voce “preferiti”. Potete anche mettervi in contatto con gli autori dell’immagine, per far sapere che avete apprezzato il loro lavoro o per chiedere qualche informazione in più.

Come funziona Tumblr?             

Tumblr è un social network e una piattaforma di microblogging. È nato nel 2007 – sì, ha i suoi anni! –, ma è sempre molto frequentato. Tirate un sospiro di sollievo: vi diciamo subito che è più facile usare il social che pronunciare il suo nome (a proposito: si legge tambler). Dentro Tumblr ci sono immagini, video e testi brevi. Il tratto distintivo? Ospita solo contenuti veloci da consultare e di grande impatto visivo.

Anche su Tumblr è presente una dashboard nella quale compaiono i contenuti dei blog che si seguono. Da lì è possibile interagire con i contenuti o ricercarne di altri, inserendo una parola chiave nella barra di ricerca. Nel social la componente visiva occupa una posizione di rilievo, infatti con Tumblr potete – nella sezione “modifica grafica” – personalizzare alcuni elementi grafici del vostro Tumblelog. Noi vi consigliamo di farlo, sarà come mettere la firma al vostro spazio.

Che cos’è Lingo e come funziona?

L’abbiamo tenuto per ultimo perché Lingo, tra tutte le librerie, è quella più “pro”, ed è anche la meno conosciuta. Lingo è lo strumento di lavoro “mai più senza” di tutti coloro che si occupano di grafica editoriale o commerciale, di art direction o che, più in generale, lavorano con i contenuti visivi. Qual è la sua missione? Vi libera da tutte quelle cartelle straripanti di immagini che affollano il vostro desktop e vi offre un archivio ordinato, dove i vostri contenuti sono suddivisi per tag e per tipologia (icone, loghi, illustrazioni, fotografie, ecc.). Dopodiché, vi permette di condividere tutti questi materiali con il vostro team. Così, ogni persona inserita in un progetto di lavoro può accedere ai contenuti caricati su Lingo e, se necessario, modificarli o aggiungere commenti.
Ecco il video di presentazione su Vimeo.

Insomma, Lingo è l’assistente che ogni designer vorrebbe al suo fianco.

Strumenti di progettazione grafica

Ora che avete librerie di immagini ordinate e organizzate, possiamo passare al “next level”: vediamo alcune piattaforme che vi offrono strumenti utilissimi per personalizzare i contenuti visivi e renderli, così, molto più appetibili.

Aggiungere personalità a immagini e video

Il successo o l’insuccesso dei vostri contenuti dipende anche dal loro impatto visivo. Se, per esempio, un articolo non vuole passare inosservato, deve avere (oltre a un contenuto di valore) una grafica d’impatto. Con quali strumenti potete crearla?

  • Crello è un tool di progettazione grafica molto semplice da utilizzare. Mette a vostra disposizione 12.000 template da personalizzare a piacere, 33 formati diversi di immagini tra cui scegliere, 240 caratteri e una galleria di immagini che ospita ben 65 milioni di file.
  • Pablo è uno strumento prodotto da Buffer utile e intuitivo. Come funziona? Caricate le immagini/foto da modificare, scegliete il formato che vi serve e le arricchite con tutto quello che vi è utile: titolo, testi, filtri e loghi.

Vi presentiamo Pablo!

Tutti sappiamo che sui social i contenuti video spopolano. Ecco perché vogliamo suggerirvi di dare un’occhiata a Rocketium, uno strumento che vi permette di aggiungere più di un pizzico di personalità ai vostri video. Come funziona? Caricate il video da modificare su Rocketium e poi aggiungete titoli, didascalie, voiceover, logo e musica. Potete scegliere quale aspetto conferirgli scegliendo tra oltre 20 opzioni di stile. Il risultato? Curato e professionale. Ecco il video.

Strumenti per creare infografiche, flyer, poster e non solo

Ci sono mille modi per coinvolgere il vostro pubblico. Potete, per esempio, veicolare i contenuti sotto forma di infografiche, report, mappe, poster e flyer facili da consultare e belli da vedere. Oppure potete coinvolgere attivamente le persone proponendo quiz, questionari, sondaggi e video interattivi. Vi piacerebbe, ma non sapete da che parte iniziare? Iniziate da questi due strumenti:

  • Picktochart è un software di progettazione grafica che offre risultati di grande resa. A cosa serve? A progettare presentazioni, mappe, infografiche, report, flyer e poster. Lo userete senza incontrare difficoltà, anche se non avete molta dimestichezza con la progettazione grafica, perché Piktochart ha un editor drag and drop molto intuitivo.
  • Apester è una risorsa preziosa per creare contenuti che interagiscono con il pubblico. Sulla piattaforma, infatti, trovate tutto quello che vi serve per realizzare video interattivi, questionari, sondaggi e quiz.

Qui vedete come funziona Picktochart e tutto quello che potete fare con questo strumento magico.

Scegliete su quale piattaforma far atterrare i vostri contenuti visivi e disfatevi delle mille cartelle piene di immagini che occupano il desktop. Dopodiché, scegliete con quale strumento personalizzare le immagini o creare nuovi contenuti più coinvolgenti e d’impatto. Siamo certi che il vostro pubblico apprezzerà!

You may also like