Lean 6 Sigma

by

Si chiama Lean 6 Sigma ed è una filosofia manageriale per le aziende che mira a migliorare la produzione, riducendo errori e scarti. E lo fa attraverso la collaborazione.

Dopo una piccola prova negli scorsi mesi, noi di Pixartprinting abbiamo deciso di applicare questa filosofia all’interno della nostra azienda. Perché lo facciamo? Come? E che cosa ci aspettiamo? Ve lo raccontiamo in questo articolo in cui tracciamo anche una breve storia di Lean 6 Sigma, la filosofia manageriale che nasce dall’unione di tanti e diversi elementi della storia economica (e non) del Novecento: la fabbrica Motorola, la crisi petrolifera del ‘73, il MIT di Boston, la visione di Mr. Toyota.

Breve storia semplice di Lean 6 Sigma

La copertina del libro “The Machine That Changed the World” in cui viene coniato il termine “lean”

L’approccio Lean 6 Sigma si è diffuso nell’ultimo decennio in molte delle grandi aziende del mondo. Nasce dall’unione di due filosofie aziendali considerate fino all’inizio degli anni Duemila come concorrenti: 6 Sigma e Lean.

6 Sigma è un approccio matematico, americano, statistico: punta alla riduzione dell’errore all’interno di un’azienda (6 Sigma è appunto il valore matematico di riduzione dei difetti che si raggiunge tramite questo metodo). 6 Sigma è una filosofia nata negli anni Ottanta all’interno delle fabbriche della Motorola.

Lean è invece un approccio comportamentale, olistico, che punta al coinvolgimento delle persone. Anche qui si analizzano i dati, ma lo si fa per migliorare e “regolarizzare” i flussi di produzione all’interno di un’azienda. I focus sono quindi, sempre, la persona e la collaborazione. Lean nasce negli anni Settanta: nel pieno della crisi petrolifera, l’unica azienda che non va in crisi è la Toyota. Alcuni ricercatori del MIT di Boston vanno allora a vedere il perché e scoprono che in Toyota sono davvero meglio organizzati rispetto a tutte le altre aziende. I ricercatori pubblicano così il libro “The Machine That Changed the World” dove usano per la prima volta il termine lean.

Perché è arrivato il momento di applicare questa filosofia in Pixartprinting?

Pixartprinting nasce come startup, nel 1994. Oggi è la prima azienda italiana nel suo settore, entrata nel gruppo aziendale leader al mondo – la Cimpress. 700 dipendenti lavorano con noi, abbiamo circa 600.000 clienti in tutta Europa e una media di 10.000 lavorazioni al giorno. Siamo decisamente cresciuti, ed è cresciuta anche la complessità.

Già da molto tempo i meccanismi spontanei di una startup non bastano più: c’è bisogno di migliorare l’organizzazione interna e far crescere in questo modo anche la produttività. Abbiamo pensato che la filosofia Lean 6 Sigma è quello che ci serve: è un meccanismo naturale di crescita ed evoluzione dell’azienda.

Come facciamo a cambiare la nostra filosofia in azienda?

Dipendenti di Pixartprinting al termine di uno dei training Lean 6 Sigma

Oltre un anno fa abbiamo definito un percorso condiviso, poi a dicembre c’è stato il primo prototipo di formazione rivolto a nove dipendenti.

Nel 2018 diamo il via alla formazione ufficiale che coinvolgerà, in diversi cicli, oltre trenta persone che lavorano in diversi settori di Pixartprinting. Lean 6 Sigma vuole anche eliminare divisioni settoriali all’interno dell’azienda che, in Pixartprinting – proprio per la sua genesi come startup – fortunatamente non sono molto definite, ma che comunque tendono a formarsi con il crescere dell’organico.

Questi training sono svolti con l’aiuto di una consulente esterna e prevedono una formazione teorica più un progetto pratico. Qualche esempio di progetto? Vogliamo ottimizzare il nostro magazzino carta! Dobbiamo ridurre le scorte di materiale in magazzino grazie a migliori flussi di lavoro e più coordinamento tra interni ed esterni all’azienda. La carta è la nostra linfa vitale e ottimizzarne l’immagazzinamento è una sfida importante.

Un altro progetto in cui ci impegneremo è l’aumento della capacità di produzione di brossura. Lo faremo grazie a una macchina prototipo sviluppata appositamente insieme a un fornitore per stabilizzare la produzione.

Che ne dite? Vi terremo sicuramente aggiornati sui nostri progressi e sui prossimi progetti in Pixartprinting!

You may also like