Instagram Business: come creare un account Instagram per le aziende

Instagram Business: come creare un account Instagram per le aziende

Candido Romano Pubblicato il 2/28/2022

Instagram Business: come creare un account Instagram per le aziende

Instagram è un social network che in soli 10 anni è cresciuto da semplice app di condivisione di foto a centro nevralgico per il business online di oltre 200 milioni di aziende. Gli utenti attivi sulla piattaforma sono oltre due miliardi, di cui il 90% segue almeno un account Instagram Business.

Instagram è quindi uno spazio virtuale importante per qualsiasi tipo di azienda. Per accedere a tutti gli strumenti avanzati, come ad esempio la raccolta di dati statistici in tempo reale o per vendere tramite gli strumenti della piattaforma, è però necessario avere un cosiddetto account business. In questo articolo vedremo come crearlo passo passo, come funziona e come gestirlo.

Instagram Business: cos’è il profilo aziendale

Un account Instagram per aziende è sostanzialmente una pagina Instagram aziendale, proprio come è possibile fare con Facebook. Consente di accedere ad alcuni strumenti specifici e funzionalità aggiuntive, che non possono essere sbloccate con un normale profilo personale Instagram, cioè:

  • Promuovere i propri prodotti o servizi, grazie ai post sponsorizzati a pagamento
  • Aggiungere link alle Storie, se l’account business ha almeno 10.000 follower
  • Accedere a dati analitici in tempo reale, per monitorare le prestazioni dei post, video, storie o reel e scoprire cosa funziona per un pubblico specifico
  • Attivare Instagram Shopping, perfetto per chi ha un e-commerce e vuole creare una vetrina gratuita con un catalogo prodotti cliccabile.

L’account business Instagram si differenzia rispetto al profilo personale anche per alcuni accorgimenti visivi. Il primo, subito visibile, è una “etichetta” posta sotto il nome dell’azienda, che indica la categoria dell’attività. Questa può essere scelta tra varie opzioni in fase di configurazione del profilo.

La seconda grande differenza usando Instagram per aziende è la possibilità di inserire alcuni pulsanti sul profilo che rimandano a informazioni di contatto, dove poter aggiungere ad esempio il numero di telefono o l’e-mail aziendale.

Inoltre, nell’account Instagram Business è possibile aggiungere l’indirizzo della sede dell’attività, che può rimandare direttamente a Google Maps per essere più facilmente trovabili, oppure inserire Call to Action (CTA) cliccabili, cioè dei pulsanti che solitamente si trovano sempre sotto la biografia, per consentire ai visitatori di prenotare appuntamenti ed effettuare ordini.

Come si vede dall’immagine, l’indirizzo indicato sull’account di WWF Italia è cliccabile: una volta toccato apre direttamente la mappa navigabile, quindi qualsiasi attività anche locale può trarre vantaggio da questa funzione. In basso c’è poi il tasto CTA “sostieni”, dal quale poter fare una donazione.

Prima di esplorare nel dettaglio come funziona su Instagram il profilo aziendale, è necessario prima capire come creare un account Instagram Business sulla piattaforma.

Come creare un account Instagram business da zero

Per creare un account business su Instagram servono pochi e semplici passaggi. Se si è già in possesso di un profilo personale e lo si vuole trasformare in aziendale, basta leggere dal punto 6. Ecco ,invece, come procedere passo passo creando un profilo business da zero:

  1. Il primo passo da compiere è scaricare l’app ufficiale di Instagram per iOS o Android, rispettivamente su App Store per iPhone e Play Store per gli smartphone Android.
  1. Bisogna poi aprire l’app e procedere con la registrazione, inserendo il proprio account e-mail. Il consiglio è quello di non creare l’account aziendale usando il proprio profilo Facebook personale, altrimenti Instagram si baserà sulle informazioni estrapolate, appunto, dal profilo personale. È vitale invece usare l’indirizzo e-mail aziendale.
  1. A questo punto bisogna immettere un nome utente e password e riempire le informazioni del profilo. La cosa più semplice da fare è scegliere il nome dell’azienda come nome utente (o aggiungere un suffisso al nome dell’azienda che identifica subito cosa si sta vendendo) e seguire il processo guidato.
  1. Il processo guidato prevede la possibilità di trovare utenti e propri contatti da Facebook presenti su Instagram, semplicemente sincronizzando il profilo Facebook aziendale (se lo possedete) o utilizzando i contatti del proprio telefono. Premere su “salta” nel caso si voglia concludere successivamente questa operazione (non è comunque obbligatoria).
  1. Non resta che completare il profilo con l’aggiunta di una foto (logo aziendale o un’immagine che rappresenta il proprio business), inserire la bio, dettagli di contatto e sito web con link cliccabile. Il profilo è pronto, a questo punto si può trasformare in account aziendale.
  1. Dal profilo è necessario cliccare sul menu in alto (il cosiddetto “hamburger menu”), andare nelle impostazionidell’app e nel menu scegliere Account, scorrere in basso e scegliere Passa a un account professionale” (in alcuni account questa opzione è disponibile direttamente dalle impostazioni).
  1. A questo punto c’è la possibilità di scegliere tra due tipi di profilo, Creator e Azienda. Sceglie il profilo Creator l’artista, l’influencer o semplicemente il creatore di contenuti. Chi ha invece un e-commerce o in generale un’azienda di prodotti o servizi è meglio che scelga l’opzione Azienda.
  1. Subito dopo è necessario scegliere una categoria, una dicitura che corrisponderà all’etichetta visibile sotto il nome utente, che praticamente descrive l’attività dell’azienda. La scelta può ricadere nelle categorie che riguardano l’arte, lo shopping e la vendita e molto altro.
  1. L’azione successiva riguarda il collegamento con la Pagina Facebook aziendale, obbligatoria se si vuole sfruttare al massimo un account business su Instagram. Ovviamente l’utente può collegare l’account Instagram a una pagina Facebook solo se è Admin di quest’ultima. Facendo questo si potranno sponsorizzare i post, condividere le storie Instagram automaticamente su Facebook e molto altro.
  1. A questo punto è tutto pronto, si può cominciare ad utilizzare l’account Instagram Business. Questo significa che è possibile postare contenuti, storie o seguire altri profili interessanti della propria industria di riferimento.

Instagram business: come funziona e come gestire il profilo instagram per aziende

Il profilo aziendale Instagram è uno strumento, quindi è necessario conoscerlo a fondo per sfruttarne tutte le funzionalità. Ecco le più importanti, come gestirle e i vantaggi che possono portare all’azienda:

Aggiungere informazioni aziendali pubbliche

Una volta entrati nel profilo, sotto la bio si possono notare nuovi tasti, che corrispondono alle nuove funzioni a disposizione. La prima è “Modifica profilo”, dove si può scegliere o cambiare il nome utente, aggiungere il sito web dell’attività e la biografia. In quest’area è possibile collegare l’account a una Pagina Facebook, cambiare la categoria e soprattutto scegliere di inserire un pulsante Call to Action. Per ora questi pulsanti sono di tre tipi, cioè “Ordina cibo” per consentire agli utenti di ordinare, “Prenota” adatto soprattutto alle attività di ristorazione e “Prenota subito”, che riguarda gli appuntamenti in generale.

Sponsorizzare i post

Il secondo tasto sotto la bio nel profilo, cioè Strumenti pubblicitari”, corrisponde alla possibilità di sponsorizzare i post e le storie. Basta cliccarci sopra per scegliere il contenuto da promuovere e le diverse opzioni a disposizione. Si può:

  • sponsorizzare il post con carosello annesso
  • sponsorizzare il post con una foto
  • sponsorizzare il post con un video
  • sponsorizzare il post con un post per lo shopping

Successivamente si può selezionare l’obiettivo che si vuole raggiungere tra i seguenti:

  • più visite al profilo
  • più visite al sito web
  • più messaggi

Dati statistici

L’ultimo pulsante corrisponde agli Insights, che mostra i dati statistici sulle proprio foto o video pubblicati. Entrando negli Insights è possibile vedere gli account raggiunti e l’interazione ricevuta, ma anche analizzare il proprio pubblico. In questo modo si può sapere da dove vengono i follower, la loro età, il genere e molto altro. Infine, si possono vedere dati anche per i singoli post o storie: basta toccare il post, poi scegliere la voce Insights per avere una panoramica.

Contenuti brandizzati

Un’altra funzionalità molto interessante è la possibilità di gestire il numero di persone che possono taggare l’attività come partner brandizzato nei loro post. Basta andare in Impostazioni, Azienda e poi scegliere la voce Contenuti brandizzati per cominciare a creare una lista di profili approvati, quelli che possono aggiungere la propria attività come contenuto brandizzato. Un’opzione utile per evitare che altri account utilizzino il profilo del proprio business per pubblicizzare il loro.

Post per lo shopping

È possibile creare su Instagram degli “Shoppable post” che permettono di reperire tutte le informazioni sui prodotti presenti nell’immagine, perfetto per chi ha un e-commerce e vuole usare la piattaforma per vendere. Instagram fornisce quindi la possibilità di taggare i prodotti direttamente nei post, con la possibilità di condividere link diretti alle pagine prodotto sul proprio sito e-commerce. Si può infine anche creare una vetrina con i prodotti a disposizione, almeno per gli account che scelgono la categoria Shopping e vendita: basta andare in Impostazioni, scegliere Azienda e infine la voce “Configura Shop su Instagram”.

Instagram business: raggiungere nuovi clienti su Instagram

Ora siete pronti per iniziare a navigare nel mondo di Instagram in maniera professionale, con l’obiettivo di raggiungere nuovi possibili clienti, instaurando una comunicazione continua con loro per divertirli, incuriosirli e per proporre loro i vostri servizi e prodotti in modo intelligente, inserendoli all’interno di fenomeni di costume, di usi e abitudini vecchi e nuovi e secondo logiche comunicative attuali.