Contenuti social: trovarli, crearli e condividerli per promuovere la tua attività

by

Se gestisci un qualsiasi tipo di attività, di sicuro saprai quanto è importante essere visibile ai tuoi potenziali clienti. Uno dei modi per farlo consiste nell’utilizzare i social media.

Ecco alcune idee per aiutarti a trovare, curare e creare i tuoi contenuti, nonché qualche suggerimento su come organizzarli.

Come curare i contenuti

Curare i contenuti significa semplicemente trovare contenuti creati da qualcun altro che pensi possano interessare al tuo pubblico. Una volta trovati, li condividi, ma puoi anche aggiungere la tua opinione personale sull’argomento.

Salvare i contenuti con Pocket

Uno dei modi più semplici per raccogliere contenuti consiste nell’utilizzare un’app come Pocket. Pocket è disponibile sia per desktop sia per mobile ed è un’app di “bookmarking”. Una volta installata sul browser (ad es. Chrome), visualizzerai una piccola icona nella parte superiore della finestra del medesimo. Se ti capita di individuare un articolo interessante relativo al tuo settore, basta semplicemente fare clic sull’icona di Pocket per salvare il link. Pocket è anche utile da usare in combinazione con un aggregatore (Feed Reader), concetto che approfondiremo a breve.

Trovare fonti attraverso le quali curare i tuoi contenuti

Prima di curare dei contenuti, devi pensare a quali siti web o blog potrebbero interessare al tuo pubblico. Tuttavia, assicurati che non siano in competizione diretta. Ad esempio, se produci o vendi borse, potresti cercare siti web di bellezza o correlati alla moda. Crea una lista dei migliori URL fra quelli che riesci a trovare.

Altra possibilità è ricercare contenuti su Medium e reperire utenti che creano regolarmente contenuti per la tua nicchia.

Utilizza un “Feed Reader”

Ora che hai una lista di diversi URL relativi al tuo settore, impiegheresti molto tempo se ogni mese dovessi visitare ciascun sito e controllare gli ultimi articoli pubblicati. È qui che entra in gioco un aggregatore o “Feed Reader”. Questo strumento ti consente di aggiungere tutti quegli URL in modo da poter vedere i post più recenti provenienti da tali fonti in un’unica lista. Esistono molti “lettori di feed” diversi, alcuni a pagamento, altri gratuiti. Uno dei più famosi è Feedly, ma Inoreader è una buona alternativa e ha meno restrizioni nella versione gratuita, tuttavia le pubblicità sono un po’ fastidiose. Non ti resta che scegliere quello che meglio si adatta alle tue esigenze.

Dopo esserti registrato a un aggregatore, puoi iniziare ad aggiungere gli URL che hai trovato o addirittura cercare ulteriori fonti al suo interno.

Di conseguenza, una volta al mese (o secondo la frequenza con cui organizzi i tuoi social media) puoi consultare l’elenco dei feed nel tuo “lettore”. Fai clic sui contenuti che suscitano il tuo interesse e salvali con Pocket per consultarli in un secondo momento.

Ricerca su Facebook contenuti condivisibili

Anche Facebook è uno strumento molto utile per curare i tuoi contenuti. Nella barra di ricerca di Facebook, digita una parola chiave pertinente al tuo settore, quindi scorri tra le schede per guardare video, post o foto. Se vedi qualcosa che potrebbe interessare al tuo pubblico, apri il post e aggiungilo ai preferiti con Pocket.

Twitter come strumento per curare i contenuti

Anche Twitter è un’ottima fonte per la cura dei contenuti. Grazie ad app come TweetDeck o Hootsuite puoi impostare ricerche per parole chiave o elenchi di utenti di Twitter per poi commentare contenuti interessanti e programmarne i “retweet”.

Servizi a pagamento per curare i contenuti

Oltre ai metodi di gestione gratuita dei contenuti che ho citato, esistono anche alcuni servizi a pagamento che offrono maggiori informazioni sui contenuti.

Servizi come Epictions e Buzz Sumo ti consentono di cercare parole chiave e trovare potenziali contenuti da condividere. Ti informano anche sul numero di condivisioni, like, ecc., nonché sulle persone che li hanno condivisi. L’idea alla base è: se sai che il contenuto è popolare e di tendenza, è più probabile che sia ben accolto dal tuo pubblico.

Quuu è un altro servizio a pagamento in grado di trovare e pubblicare automaticamente contenuti suoi tuoi profili social in base a parole chiave selezionate, senza che tu debba fare altro.

Nel condividere i tuoi contenuti, fai in modo che questi generino commenti da parte di altri utenti, ad esempio chiedendo opinioni o ponendo domande ove possibile.

Sfrutta i contenuti di altre persone per creare articoli di blog riepilogativi

Puoi anche utilizzare i contenuti che hai trovato per creare articoli di blog riepilogativi del tipo “10 consigli su XXX questo mese”. Dopodiché collega il titolo a ciascun articolo esterno, scrivendo sotto di essi un paragrafo con le tue opinioni. In questo modo potrai condividere il tutto sui social media e indirizzare gli utenti prima al tuo sito web, piuttosto che direttamente ai contenuti condivisi. Verrai inoltre percepito come un esperto nel tuo settore.

Ora dovresti avere diverse idee potenziali da organizzare e mettere in pratica per curare i tuoi contenuti, inclusi tutti gli articoli che hai salvato in Pocket. L’immagine riportata di seguito mostra alcuni contenuti a tema artistico salvati in questa app.

Come creare i tuoi contenuti personali

Per creare i tuoi contenuti per i social media, inizia raccogliendo un po’ di idee. Dai un’occhiata a questi suggerimenti e vedi quante idee riesci a mettere insieme per ciascuno:

  • Pensa a cosa puoi condividere della tua vita professionale quotidiana
  • Poni delle domande al tuo pubblico. Ad esempio, se preferiscono A o B
  • Condividi alcuni retroscena della tua attività pubblicando immagini o video
  • Organizza un concorso avente come premio un tuo prodotto o servizio
  • Crea quiz divertenti correlati in generale al tuo settore
  • Condividi storie personali in cui altre persone possano identificarsi
  • Crea delle infografiche per spiegare qualcosa sulla tua attività
  • Condividi post blog creati da te

Creare elementi grafici o video per i social media

Ora che hai raccolto idee per i tuoi contenuti, devi decidere come presentarli al tuo pubblico. Puoi farlo utilizzando testi, video in diretta, video registrati, audio o immagini.

Usa Canva per creare contenuti grafici per i social media

Canva è un’app con una curva di apprendimento molto breve utilizzata per creare progetti grafici. Se le tue competenze di design non sono il tuo punto forte, inizia con uno dei template di Canva e adattalo alle tue esigenze. Canva ti aiuta a creare post per i social media grazie a template già dimensionati per diverse piattaforme social. All’interno di Canva hai anche accesso a immagini royalty-free gratuite che puoi usare nei tuoi post. Una volta soddisfatto del tuo design, scaricalo per pianificarne la successiva pubblicazione.

Crea video semplici a partire da immagini

Esistono molte app che ti permettono di combinare rapidamente immagini, testi e audio per creare dei video. Potresti, ad esempio, voler dare un’occhiata a Ripl e Headliner. Vi sono inoltre altre app più avanzate per il video editing come LumaFusion.

Creare un calendario per i social media

Ora che hai raccolto alcuni potenziali contenuti per i social media, è tempo di iniziare a pianificarne la pubblicazione. Vi sono diversi modi per farlo, ad esempio utilizzando Google Calendar, creando un foglio di calcolo o ancora adoperando il metodo che preferisco, vale a dire un documento Word. Mi piace elencare i contenuti che pubblicherò ogni giorno del mese con titoli, link e una nota su eventuali immagini o video che andrò ad inserire. Alcuni strumenti di pianificazione dei social media dispongono inoltre dei propri calendari visivi integrati.

Pianificare i contenuti per social media

Esistono numerosi servizi di pianificazione per social media, sia gratuiti sia a pagamento. Nel primo caso, puoi pianificare i post per Facebook direttamente da Facebook, mentre i post per Twitter possono essere pianificati da Tweetdeck. Molti “pianificatori” commerciali per social media dispongono anche di versioni gratuite con post limitati che ti consentono di pianificare post su Facebook, Twitter e Instagram.

I servizi di pianificazione a pagamento più rinomati sono probabilmente Hootsuite e Buffer, ma ve ne sono diversi tra cui scegliere. Tutto dipende dal budget e da quanti post occorre pianificare ogni mese. Il vantaggio di un servizio a pagamento risiede nella possibilità di svolgere tutto in un’unica sede e impostare contenuti simili da pubblicare su più piattaforme contemporaneamente.

Una volta stabilito il metodo, utilizza la pianificazione creata in precedenza e inserisci tutti i contenuti nel servizio scelto.

Naturalmente, creare e condividere contenuti è solo un tassello del puzzle “social”. Devi anche assicurarti di rispondere ai commenti sui tuoi post e partecipare attivamente alle conversazioni di altre persone.

You may also like