Dalla stampa al digitale

by

Si chiama Clickable paper ed è la soluzione messa a punto da Ricohazienda giapponese tra i leader mondiali nel settore della stampa – per connettere il classico materiale stampato con il mondo del digitale.

Proprio qualche settimana fa Ricoh ha annunciato importanti aggiornamenti e una nuova versione per la sua tecnologia di realtà aumentata uscita sul mercato già nel 2014. È proprio per questo che oggi abbiamo deciso di parlarvi di Clickable paper e darvi qualche idea su come potreste utilizzare questo o altre soluzioni di realtà aumentata per i vostri progetti editoriali e stampati di ogni genere!

Che cos’è Clickable paper?

Da una parte Clickable paper è una soluzione di realtà aumentata che potrebbe assomigliare al QR code, almeno per il meccanismo di base. Si inquadra un’immagine con il proprio smartphone o tablet e questo permette all’utente di accedere a diversi contenuti digitali sul suo apparecchio. Solo che in questo caso, a differenza del QR code, non si deve inquadrare un codice ma un semplice prodotto stampato!

L’idea di Ricoh è proprio questa: non influenzare in alcun modo il design di un prodotto stampato dovendo inserire codici o altri elementi che sarebbero estranei a ciò che si vuole stampare. Semplicemente l’immagine che avete davanti può diventare cliccabile e farvi accedere a dei contenuti extra.

Ecco come l’azienda stessa presenta Clickable paper in un video.

Come funziona in realtà Clickable paper?

Tecnicamente Clickable paper funziona con tre passaggi.

C’è il lato autore: attraverso un programma acquistabile da Ricoh si può indicare nel pdf di un prodotto quali punti o immagini faranno accedere a contenuti extra una volta inquadrati con uno smartphone o un tablet. Può essere il pdf di un prodotto da stampare – un libro, un poster – o già stampato. A ognuno di questi punti (detti hotspot) si possono assegnare dei link.

C’è il server cloud: qui verrà immagazzinata l’informazione creata dal lato autore, ovvero l’immagine a cui viene assegnato un contenuto digitale. Qui arrivano anche gli input dagli apparecchi mobile che inquadrano una determinata immagine. Il server metterà dunque in connessione l’immagine inquadrata e il contenuto digitale desiderato!

C’è il lato utente, ovvero chiunque con il proprio apparecchio mobile con su installata la app di Clickable paper scaricabile gratuitamente. Avviata la app e inquadrato un prodotto stampato “lavorato” con Clickable paper dal lato autore, si potrà accedere ai contenuti digitali corrispondenti. Il meccanismo di riconoscimento avviene attraverso una tecnologia di realtà aumentata realizzata dalla stessa azienda giapponese: Ricoh Visual Search (RVS) Technology.

3 idee per usare con creatività la realtà aumentata con i prodotti stampati

Photo: Unsplash/Maliha Mannan

Clickable paper si può utilizzare su qualsiasi supporto stampato: un libro, un volantino, una rivista o giornale, una lettera, un poster, un catalogo aziendale o il packaging di un prodotto. A questi materiali stampati si può associare un contenuto digitale. Ecco qui tre idee che ci sono venute in mente per utilizzare Clickable paper o anche altre soluzioni di realtà aumentata.

  1. A una determinata immagine di un catalogo aziendale si può associare una galleria di foto, in questo modo l’utente potrà avere a disposizione molte più foto di quelle che converrebbe stampare sul cartaceo.
  2. Alla pagina di un libro potrebbe essere associato un audio, in modo che l’utente possa scegliere se leggere da solo il capitolo o ascoltarlo più comodamente come un audiolibro.
  3. Alla sezione di libretto di istruzioni potrebbe essere associata una live chat, in modo che l’utente possa chiedere supporto direttamente all’azienda in caso di bisogno.

Insomma, la realtà aumentata apre un nuovo mondo per i prodotti stampati. Un mondo che nei prossimi anni dovrà essere esplorato usando tutta la vostra creatività.

Le ultime novità annunciate su Clickable paper

E infine veniamo al motivo per cui vi parliamo adesso di Clickable paper: qualche settimana fa a EFI Connect, la fiera di Las Vegas dedicata agli utenti del settore della stampa, Ricoh ha annunciato e presentato alcune novità e il rilascio di una nuova versione di Clickable paper. Ecco cosa riguardano i cambiamenti.

  • Gamification: sarà possibile inserire nell’esperienza di realtà aumentata dei giochi per aumentare l’engagement degli utenti. Ad esempio, in un museo si può sfidare i più piccoli ad inquadrare una serie di poster stampati andandoli a cercare tutte tra le sale di esposizioni e mettere un premio in palio per chi le colleziona tutte. Oppure un contenuto stampato può essere linkato con un gioco a premi o un quiz dando all’utente la possibilità anche in questo caso di vincere un premio.
  • Cookie: sono stati inseriti dei cookie in modo che il sistema si possa ricordare degli utenti. In questo caso sarà anche possibile creare degli utenti registrati e usare Clickable paper, ad esempio, anche all’interno di un’azienda: immaginate ad esempio degli impiegati che possono cliccare su un foglio di istruzioni stampato e in questo modo accedere a un video tutorial sull’utilizzo di un determinato macchinario o di una semplice stampante.
  • Salvataggio delle ultime 100 immagini inquadrate: grazie a questa caratteristica ora si potrà accedere ai contenuti digitali anche in un secondo momento, senza avere più il prodotto stampato direttamente sotto mano.

Continueremo a seguire con interesse questa e altre soluzioni di realtà aumentata applicate al mondo della stampa (e a parlarvene nel nostro blog)!

You may also like