Quanti approcci si possono usare nel trattare i colori?
Quanti punti di vista?
Quello teorico/tecnico, ad esempio; che del colore misura tonalità, luminosità e saturazione. Quello psicologico/espressivo, che sfocia negli esperimenti di cromoterapia.
Quello “colto”, che studia le differenze d'interpretazione simbolica dei singoli colori nelle diverse popolazioni e nelle epoche storiche.

Ma cos'è il colore per noi che ci lavoriamo tutti i giorni? O meglio: cosa vogliamo trasmettere, accostando la gamma delle palette (nostro strumento d'elezione) a 24 soggetti fotografici di specie umana?...

Ebbene: senza alcuna ambizione analitico/psicologica, senza giudizi e senza la pretesa di esaurire un ventaglio di per sé inesauribile, ci siamo voluti trasformare nel prisma trasparente che rifrange emozioni arcobaleno. Per proporre una visione e, insieme, una riflessione sugli stati d'animo che tutti, prima o poi, attraversano. Ma non tutti nello stesso modo.
Perché ciascuno “sente” alla luce della propria, irriproducibile esperienza di vita. Con gradazioni e intensità squisitamente personali. E ogni sguardo, ogni piega del volto, anche di fronte allo stesso evento, si colora di sfumature diverse da quelle di tutti gli altri. Aspettatevi dunque che la “nostra” scala dei grigi o dei rossi, contenga qualche pennellata anomala o di segno addirittura opposto. Kierkegaard lo ha spiegato così: “(...) questo è il luogo più caro alla disperazione, quello che preferisce fra tutti: profondamente dentro alla felicità.”

Ecco che, per dar vita a questa piccola esplorazione cromatico/emotiva, abbiamo coinvolto 24 collaboratori coraggiosi di Pixartprinting che, prima di essere fotografati, si sono sentiti rivolgere alcune singolari, impervie richieste:
“Ricordi quel giorno tinto di nostalgia o l'ultima volta in cui la felicità ti ha saturato fino a farti piangere? Ricordi di essere stato Illuminato da un'intuizione o assediato da un'ansia opaca e sconosciuta?
Prova a esprimerlo. Fai riemergere quell'emozione come se la vivessi per la prima volta … e regalaci un colore. Che avrà la “tua” sfumatura e la “tua” intensità.
Un colore che si distingue (e ti distingue) da tutti gli altri.”

BUON VIAGGIO!

Lucia

Che meraviglia! Ogni giorno è nuovo di zecca.
(Fausto Gianfranceschi, Aforismi del dissenso)

le gradazioni
dello stupore

Michele

Tutto ciò che l'esperienza si degna di insegnarci, ce lo insegna per sorpresa.
(Charles Sanders Peirce, Scritti scelti)

Luca

Ma quale cielo può appagare il tuo sogno di cieli?
(Manuel Bandeira, poeta brasiliano)

Le intensità
dell'ispirazione

Giulia

Portare in piena azione l'invisibile! Lasciare che il visibile vada al diavolo: che importa di esso!
(Robert Browning, poeta e drammaturgo britannico.)

Valentina

Che l'amore è tutto, è tutto ciò che sappiamo dell'amore.
(Emily Dickinson, Poesie)

LE VARIAZIONI
DELL'AMORE

Julian

La vendetta del sesso è l'amore.
(Angela Carter, La passione della nuova Eva)

Samuele

Ansia. Questo penoso sentimento di attesa.
(Eliane Amado Lévy-Valensi, psicologa e psicanalista francese)

la scala
dell'ansia

Domenico

Invano, invano lotto/ per possedere i giorni/che mi travolgono rumorosi./Io annego nel tempo.
(Vincenzo Cardarelli, Poesie: “Alla deriva”)

Federica

Chi ama la quiete è invulnerabile alle frecce; chi sta tra la folla è spesso ferito.
(Abate Nilus, monachesimo orientale, VII Sec.)

sfumature
di sereno

Amoussou

Solo chi conosce la serietà della vita può essere leggero.
(Anonimo)

Alberto

La speranza è un sogno fatto da svegli.
(Attribuita ad Aristotele da Diogene Laerzio)

vibrazioni
di speranza

Valentina

La speranza è un rischio da correre.
(Georges Bernanos, Rivoluzione e libertà)

Anisoara

Il comico sorge sempre da una relativa illogicità.
(Eduard Von Hartmann, filosofo tedesco)

PENNELLATE
D'ALLEGRIA

Ivano

Quando mi capita di ridere, di scherzare, di giocare, allora mi sento uomo.
(Attribuita a Plinio il Giovane: letterato latino)

Stefano

Come geloso, io soffro quattro volte: (…) di essere escluso, di essere aggressivo, di essere pazzo e di essere come tutti gli altri.
(Roland Barthes, Frammenti di un discorso amoroso)

le tinte
della gelosia

Monica

Colui che è geloso non è mai geloso di ciò che vede; ciò che immagina è sufficiente.
(Jacinto Benavente, drammaturgo spagnolo)

Monica

Non vergognarti della felicità, portala in trionfo.
(Leo Paolazzi, in arte Antonio Porta: scrittore e poeta)

le rifrazioni
della felicità

Piergiorgio

Ogni felicità è un'innocenza.
(Marguerite Yourcenar, Alexis o il trattato della lotta vana)

Steve

La malinconia è la felicità d'essere triste.
(Victor Hugo, I lavoratori del mare)

i toni della
tristezza

Carlo

Così viviamo per dire sempre addio.
(Rainer Maria Rilke, Elegie duinesi)

Eugenia

Spesso la paura di un male ci conduce a uno peggiore.
(Nicolas Boileau, L'art poétique)

ombre di
paura

Nicoletta

Dal Passato compiuto al vuoto del Futuro; e il nero, /tutto il prisma invadendo, divenne assoluto.
(David Gascoyne, poeta surrealista inglese.)

Alberto

L'uomo è nato libero e dappertutto è in ceppi.
(J. J. Rousseau, Il contratto sociale)

SATURAZIONI
DELL'IRA

Andrea

Dio vi perdoni, ma io non potrò mai.
(Attribuita ad Elisabetta I° Tudor, Regina d'Inghilterra fino al 1603)

License: Creative Commons Attribution No Derivatives 4.0

Potrebbero interessarti anche...

L’inaspettata storia del guerrilla marketing L’inaspettata storia del guerrilla marketing
Il vero costo del Comic Sans e altre peculiarità di stampa Il vero costo del Comic Sans e altre peculiarità di stampa
L’arte controversa di dare colore al passato L’arte controversa di dare colore al passato
Sentire la tipografia Sentire la tipografia
Venetian Floors Venetian Floors
Barcelona Floors Barcelona Floors
Come la stampa conquistò l’arcobaleno Come la stampa conquistò l’arcobaleno
T'insegno Milano T'insegno Milano
London Floors London Floors
T'insegno Parigi T'insegno Parigi
T'insegno Lisbona T'insegno Lisbona
Berlin Lines Berlin Lines